Gazebo Lega in Umbria, raccolte 4 mila firme contro il Mes. "In tanti per dire no all'Ammazza Stati"

Il segretario regionale Caparvi: "un’adesione in massa che sta proseguendo in queste ore anche on-line"

La due giorni di gazebo in tutte le piazze dell’Umbria si è conclusa con oltre 4000 firme raccolte per dire “no” al MES e un’adesione in massa che sta proseguendo in queste ore anche on-line. In ogni angolo della regione, da sabato mattina fino alla sera di domenica, i cittadini hanno sottoscritto la causa della Lega lanciata in tutta Italia dal Segretario Federale Matteo Salvini per impedire l’approvazione del Meccanismo Europeo di Stabilità. 

Un documento che, secondo la Lega rischia di compromettere la democrazia, la sovranità nazionale e i risparmi degli italiani. “Un primo importante risultato lo abbiamo ottenuto informando i cittadini sui contenuti del MES – spiega l’On. Virginio Caparvi, Segretario Lega Umbria – Una volta questi documenti venivano redatti e approvati in segreto nelle stanze del palazzo e solo in un secondo momento se ne veniva a conoscenza, ma solo dopo averne subito le conseguenze". 

"Oggi non è più così, grazie alla Lega anche i trattati europei dovranno essere discussi alla luce del sole dando la possibilità a tutti di informarsi e decidere sul futuro del proprio paese. Le 4000 firme raccolte in Umbria – conclude Caparvi – ci fanno capire come ilmessaggio sia stato recepito dai cittadini, ora abbiamo un motivo in più per farci sentire in Parlamento e sospendere il trattato". 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cresima e comunione insieme, l'arcivescovo cambia tutto: niente padrini e madrine per tre anni

  • Pizza a lievitazione naturale, ecco le migliori pizzerie di Perugia

  • Carrefour sbarca in Umbria: ecco quanti saranno i punti vendita

  • Documento Unico di Circolazione e bollo auto, cosa è cambiato nel 2020

  • Bambina di 12 anni all'ospedale per mal di pancia, ma è incinta

  • Omicidio Polizzi, libero il killer Menenti. Il fratello della vittima pubblica le foto del cadavere: "Ecco come lo ha ridotto"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento