rotate-mobile
Politica

Tunisino aggredito a Perugia, Marchetti (Lega): La comunità islamica prenda le distanze. Libertà di culto”

“A Perugia un tunisino sarebbe stato vittima di violente aggressioni da parte di tre connazionali. La sua colpa? Quella di volersi convertire al cattolicesimo. La Lega sostiene da anni che ci sia un problema, soprattutto di incompatibilità culturale con le frange più estremiste dell’integralismo islamico". Lo ha affermato il deputato della Lega e segretario del partito in Umbria Riccardo Augusto Marchetti riferendosi all'episodio di cronaca avvenuto in Umbria dove un ragazzo è stato picchiato e minacciato da alcuni connazionali perchè voleva frequentare la chiesa cattolica invece che la Moschea. 

"Smettila di frequentare la chiesa dei cristiani": botte e minacce al connazionale, in manette tre tunisini

Il nostro Paese - ha concluso  Riccardo Augusto Marchetti -  è uno stato laico dove ognuno è libero di credere, non credere o professare qualsiasi culto, nel rispetto della libertà di tutti. Se i nostri principi costituzionali sono un problema per qualcuno, che torni nel suo Paese o ne scelga uno in cui le libertà non sono assicurate. Noi garantiamo e garantiremo sempre i valori fondanti dell’Occidente e auspichiamo pene esemplari per chiunque intenda violarli. Attendiamo che la comunità islamica prenda le distanze da certi atteggiamenti violenti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tunisino aggredito a Perugia, Marchetti (Lega): La comunità islamica prenda le distanze. Libertà di culto”

PerugiaToday è in caricamento