Politica

Tre Ceri, il simbolo della Regione non si tocca: "Previsto solo un brand turistico"

La conferma arriva sua dal maggior partito di centrodestra, la Lega, che dall'assessore regionale al turismo

"Il logo dell'Umbria con i tre Ceri di Gubbio non verrà minimamente toccato e resterà il simbolo ufficiale della Regione”: è la presa di posizione ufficiale sia della Regione che del maggior partito dell'Umbria la Lega dopo le interpretazioni sul bando per creare un marchio regionale turistico e commerciale. “Quello che la giunta Tesei sta facendo – ha spiegato il segretario regionale Caparvi – è creare ex novo un marchio turistico e commerciale dell’Umbria da impiegare nelle campagne di promozione del territorio e da affiancare a quello storico e istituzionale che ritrae i tre Ceri di Gubbio, uno dei simboli identitari e irrinunciabili della nostra regione. A dirla tutta, la particolarità non è creare oggi un brand regionale per il turismo, ma che l’Umbria per tutti questi anni ne sia stata sprovvista, a dimostrazione del totale disinteresse e dell’incapacità della sinistra nelle politiche di promozione del territorio”.

Presa di posizione anche dell'assessore al turismo Agabiti: "Non è e non è mai stato in discussione l’utilizzo del logo istituzionale dei Ceri di Gubbio della Regione Umbria, peraltro individuato nello stesso Statuto regionale come simbolo capace di esprimere la comune identità storica e territoriale dell’Umbria dalle origini della civiltà italica degli umbri".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tre Ceri, il simbolo della Regione non si tocca: "Previsto solo un brand turistico"

PerugiaToday è in caricamento