Politica Todi

Todi, Rossini (Pd) vince le Primarie: è lui l'anti Ruggiano

Alle urne domenica scorsa si sono presentati in 1890 per scegliere il futuro candidato sindaco del centrosinistra. Vittoria senza storia di Rossini, oltre le aspettative Caprini della Federazione della Sinistra

Con il 51 per cento dei voti, Carlo Rossini, segretario del Partito Democratico di Todi, è il vincitore delle primarie tuderte che hanno visto andare alle urne, domenica scorsa, qualcosa come 1890 cittadini.

Rossini ha sfiorato le mille preferenze ed ha battuto i suoi rivali su tutti e nove i seggi installati sul territorio comunale.

"Al di là del voto sulla mia persona - ha spiegato Rossini, ieri notte ai cronisti presenti alla sede del centrosinistra - è fondamentale per la coalizione raccogliere il grido di cambiamento amministrativo che è emerso in tutta la città durante la campagna elettorale  per le primarie. Todi vuole cambiare dopo 5 anni di centrodestra. Ora sta a noi realizzare il miglior programma possibile e realizzabile e allo stesso tempo rendere ancora più salda questa alleanza del centrosinistra".

Il secondo posto delle primarie è andato per un soffio al socialista Emidio Costanzi, con il 17,7 per cento, che rispetto ai pronostici della vigilia è rimasto un pò basso come percentuale. Chi ha stupito invece è stato Andrea Caprini della Federazione della Sinistra che si è piazzato al terzo posto con il 17,3 per cento dei consensi. Male invece gli esponenti di Sel - Frongia al 6 - e dell'Idv - Giorgi al 7 per cento.

Ai festeggiamenti del centrosinistra tuderte ha partecipato anche il presidente della Giunta regionale, Catiuscia Marini, che si  è detta soddisfatta "del lavoro della coalizione" e che l'affluenza alle primarie "dimostra la voglia di cambiamento" dei cittadini.

Il segretario provinciale di Rifondazione Comunista, Enrico Flamini, analizzando i dati ha lanciato un ennesimo appello all'unità della sinistra: "Queste primarie dimostrano che la Sinistra è la seconda forza elettorale se si presentasse unita dietro un candidato di largo consenso, come Caprini. Ma ancora una volta altri hanno perso l'occasione preferendo alimentare le divisioni. Ma ora è tempo di cambiare".


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Todi, Rossini (Pd) vince le Primarie: è lui l'anti Ruggiano
PerugiaToday è in caricamento