rotate-mobile
Politica

Tassa sui rifiuti, le opposizioni: "Romizi fa il contrario di quanto promesso"

Pubblichiamo integralmente il commento sui tagli effettuati dal Comune e i nuovi paramentri per la tassa Tari a firma dei due capigruppo di opposizione: Partito Democratico e Partito Socialista

Pubblichiamo integralmente il commento sui tagli effettuati dal Comune e i nuovi parametri per la tassa Tari a firma dei due capigruppo di opposizione: Partito Democratico e Partito Socialista. Per la minoranza ancora una volta il sindaco Romizi non mantiene quello che ha promesso in campagna elettorale.

di Pd e Psi

Dopo i proclami a mezzo stampa che annunciavano la riduzione della tariffa sui rifiuti – commentano in una nota stampa i gruppi Pd e Socialisti - la giunta Romizi continua a tradire le promesse elettorali sulla diminuzione delle tasse che, di contro, continuano ad aumentare.

A seguito dei tagli ai servizi e dell’aumento della TASI, arrivano anche gli aumenti per TARI (Tassa sui Rifiuti) e la sospensione di servizi essenziali da parte di GESENU. Appare assurda ed incomprensibile la scelta del centro-destra di stoppare la raccolta di siringhe nei parchi frequentati dalle famiglie, luogo di incontro per gli anziani e di ritrovo per bambini e adolescenti.

Da oggi rimarranno a ledere la sensibilità degli animalisti e dei cittadini tutti e a danneggiare il pubblico decoro delle strade e delle vie, le cosiddette “carogne di animali”, ovvero animali sventurati investiti sulle strade ai quali evidentemente non si estende l’attenzione che ha portato l’assessore competente a pensare ad una consulta sugli animali (peraltro già esistente).

Ugualmente sospese saranno inoltre sia la pulizia dei tombini sia lo spazzamento della neve, contro ogni logica di buon senso e prevenzione, esponendo la città a ingenti danni economici dovuti al maltempo e i cittadini a gravi disagi per probabili rischi di allagamenti.

Pensare di apportare una così ampia sospensione dei servizi di GESENU sopra elencati e, contemporaneamente, aumentare le tasse sui rifiuti a tutte le famiglie, non solo va contro le promesse elettorali, ma è una scelta contro ogni logica e comune buon senso, a danno dell’interesse di tutti i cittadini.
Inoltre, come già avvenuto per TASI ed IMU,  si continua a far pagare chi ha dimeno ed ha ridurre le imposte a chi ha più risorse. Infatti ci sarà un incremento della tassazione per tutte le famiglie medie o con più figli che hanno una casa di proprietà pari o inferiore ai 100 mq che pagheranno la riduzione della TARI a chi possiede grandi proprietà.

L’esatto contrario dell’equità e della giustizia sociale necessari in questo periodo di crisi economica in cui tante famiglie sono rimaste senza lavoro e risorse”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tassa sui rifiuti, le opposizioni: "Romizi fa il contrario di quanto promesso"

PerugiaToday è in caricamento