Sabato, 31 Luglio 2021
Politica

Perugia, via libera dalla Commissione Bilancio: approvate le tariffe Tari

Nel 2021 il totale delle entrate per il servizio integrato di gestione dei rifiuti nel Comune è pari a 49.664.706 euro: la ripartizione dei costi tra utenze domestiche e non domestiche e le tariffe

Approvate oggi (mercoledì 7 luglio) le tariffe Tari dalla Commissione Bilancio del Comune di Perugia, presieduta da Alessio Fioroni, con 7 voti a favore (maggioranza) e 4 contrari (opposizione).

"Come prevede la normativa in vigore – hanno spiegato l’assessore Cristina Bertinelli ed il dirigente Stefano Baldoni –  con delibera del 18/06/2021, il Piano Economico Finanziario 2021 relativo alla gestione del servizio rifiuti sul territorio del Comune di Perugia è stato validato e approvato con deliberazione n. 5 dell’Assemblea dei Sindaci dell’AURI nella seduta del 22/06/2021; il pef è stato poi approvato anche da Arera. Dal Piano Finanziario, per l’anno 2021, risulta che il totale delle entrate tariffarie di riferimento per il servizio integrato di gestione dei rifiuti nel Comune di Perugia è pari a 49.664.706 euro (38.691.393 euro per componenti fissi, 10.373.313 euro omponenti variabili)".

Va ricordato che l’importo da coprire con la tariffa "comprende tutti i costi connessi con il servizio di gestione dei rifiuti urbani - come spiegano dal Comune -. Il piano finanziario risulta in linea con quello relativo all’anno 2020 con lieve scostamento al ribasso. Rispetto alla cifra totale di oltre 49 milioni sopra indicata, per la determinazione della somma finale del costo del servizio da coprire con le tariffe tari è stato necessario sottrarre alcune voci relative ai contributi Miur per le istituzioni scolastiche, recupero evasione, fondi riservati dal Governo nazionale, ecc. Ciò determina un costo finale del servizio di 46,9 milioni, di cui 37,1 parte fissa e 9,7 parte variabile".

La ripartizione dei costi tra utenze domestiche e non domestiche è stato così ripartito: 58,06% utenze domestiche, 41,94% utenze non domestiche.

In ragione di ciò le tariffe, sostanzialmente in linea con il 2020, sono così determinate:

Tari_2021_perugia_01-3

Tari_2021_perugia_02-3

Per quanto riguarda le misure agevolative per il disagio ambientale di cui all’art. 7-ter, comma 8, del vigente regolamento comunale per la disciplina della tassa sui rifiuti, dette misure, relativamente all’anno 2021, sono così riconosciute tenendo anche conto della somma disponibile per le agevolazioni, che per l’anno 2021 risulta indicativamente pari a 150.000 euro, in crescita rispetto ai 110mila euro previsti nel 2020:

Tari_2021_perugia_03-3

Confermate rispetto al 2020 le percentuali di riduzione per la produzione di rifiuti urbani avviati a riciclo, i massimali (3 5euro) e i coefficienti di ponderazione qualitativa.

Il consigliere di opposizione Francesco Zuccherini (PD), durante la seduta odierna, ha tenuto a precisare che il" servizio di gestione dei rifiuti non risulta in linea con il costo elevato del servizio, sollevando continue proteste e segnalazioni da parte dei cittadini. Si prende atto che le tariffe sono in linea con il 2020, ma occorre evidenziare che lo scorso anno le stesse erano cresciute in maniera rilevante rispetto al 2019". Zuccherini infine ha ribadito le sue "perplessità sulle modalità con cui viene calcolata la tariffa, ingenerando disparità tra i cittadini".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perugia, via libera dalla Commissione Bilancio: approvate le tariffe Tari

PerugiaToday è in caricamento