Politica Foligno

Umbria, Abruzzo e Marche firmano il patto per lo sviluppo: "Alleanza per il rilancio del Centro Italia"

Siglato a Foligno il protocollo d'intesa tra le tre agenzie regionali: "Promuovere insieme la competitività dei nostri territori"

Cooperazione innovativa e sviluppo di sinergie comuni su Programmazione Europea, Innovazione, Ricerca e Trasferimento Tecnologico, Turismo, Marketing Territoriale, Aree interne, Transizione ecologica e digitale, Pnrr (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza): questi gli obiettivi del Protocollo di Intesa tra Sviluppumbria e le sue omologhe Abruzzo Sviluppo e Svim Sviluppo Marche firmato oggi (giovedì 8 luglio) a Foligno.

Un'alleanza strategica, la prima in Italia tra Agenzie di Sviluppo, che ricalca le orme di Hamu, l’Hub interregionale Abruzzo-Marche-Umbria, nato nello scorso mese di maggio per volere dei presidenti Marco Marsilio, Francesco Acquaroli e Donatella Tesei. Così come la mission di Hamu è sintetizzare i progetti già esistenti, a livello scientifico/accademico e imprenditoriale/economico, per lo sviluppo delle tre regioni, l’iniziativa messa in campo dalle tre Agenzie di Sviluppo punta a individuare strategie comuni e aree di intervento per attrarre investimenti, partecipare a bandi europei, massimizzare i rispettivi background al fine di mettere in campo quante più risorse possibili, materiali e immateriali, per il rilancio del Centro Italia.

La firma dell’Accordo è avvenuta a conclusione di un’intensa giornata di lavoro promossa e organizzata da Sviluppumbria presso la propria sede di Foligno dove si è svolto un articolato confronto che ha permesso all’amministratore unico di Sviluppumbria Michela Sciurpa, al presidente di Abruzzo Sviluppo Stefano Cianciotta e a Gianluca Carrabs, amministratore unico di Svim, di entrare nel dettaglio operativo di strumenti e metodologie a sostegno dello sviluppo economico locale che consentiranno alle tre agenzie di agire congiuntamente sui temi al centro dell’accordo.

Ilavori hanno potuto contare su numerosi e importanti contributi: intervenuti anche Michele Fioroni (assessore allo Sviluppo Economico dell'Umbria), Guido Castelli (assessore al Bilancio delle Marche), Michele Toniaccini (presidente di Anci Umbria), Carmelo Campagna (presidente di Gepafin), Paolo Reboani (dirigente del Servizio Pianificazione e Coordinamento Fondi Europei e Nazionali della Regione Umbria), Daniele Tonti (presidente di Umbria Aerospace Cluster), Giampaolo Cicioni (presidente di Umbria Nautical Cluster), Alessio Gnaccarini (direttore del Centro Servizi Cosmob Marche) e Letizia Urbani (direttrice del Centro Servizi Meccano Marche). Si è così attivato un importante 'think tank' che tradurrà in azioni congiunte le strategie e gli indirizzi programmatici concordati da Cianciotta, Sciurpa e Carrabs.

“Esprimo viva soddisfazione per i risultati operativi di questo primo incontro operativo che riporta in primo piano la Agenzie di Sviluppo di Umbria, Marche e Abruzzo per il rilancio economico dell’Italia centrale - ha dichiarato Michela Sciurpa di Sviluppumbria - Ringrazio il presidente di Abruzzo Sviluppo e l’amministratore unico di Svim per avere accolto con tanto entusiasmo il nostro invito a venire in Umbria per iniziare questa nuova fase di lavoro. Ascolto delle istanze territoriali, coprogettazione e networking sono i nuovi valori di Sviluppumbria che mettiamo da oggi a fattore comune per promuovere insieme la competitività dei nostri territori”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Umbria, Abruzzo e Marche firmano il patto per lo sviluppo: "Alleanza per il rilancio del Centro Italia"

PerugiaToday è in caricamento