menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sinistra Italiana mette radici anche in Umbria: "A novembre il partito: lotta dura contro Renzi"

Anche a Perugia e a Terni prende forma e si presenta "Sinistra Italiana" che al momento rappresenta l'unione dei gruppi parlamentari di Sel e dei delusi del Pd (Fassina leader). L'11 dicembre in arrivo Fassina, Fratoianni e D'Attorre

Il treno è partito. Anzi per la precisione è partita la motrice e si spera, stazione dopo stazione, di aggiungere qualche vagone per arrivare in 10 mesi ad essere un vero e proprio intercity comodo dove ospitare all'interno tanti orfani della sinistra e delusi dalle politiche del Pd. Anche a Perugia e a Terni prende forma e si presenta "Sinistra Italiana" che al momento rappresenta l'unione dei gruppi parlamentari di Sel e dei delusi del Pd (Fassina leader).

"Vogliamo essere molto chiari - ha spiegato Stefano Vinti, dirigente nazionale di Sinistra e Lavoro - il nostro obiettivo è quello di mettere in piedi un partito vero, alla sinistra del Pd. Non ci saranno federazioni, unioni o roba varia. Per formare il partito della sinistra bisogna aderire a livello individuale e sciogliere gli altri partiti e organizzazioni politiche. Per capirci: niente operazione nostalgia o tanto meno niente Sinistra Arcobaleno".

Anche in Umbria la tappa finale per costituire il partito regionale è quella di novembre. Nel frattempo si parte con la campagna di presentazione del "processo dal basso" che prevede una fase di ascolto del popolo della sinistra: domani pomeriggio alle 17,30 a Terni, all'Hotel Valentino, primo incontro pubblico di Sinistra Italiana con Nicola Fratoianni e Stefano Fassina. A Perugia sempre alle 17,30 incontro pubblico al 110 Cafè (via Pascoli) con Giacomo D'Attorre. "Io faccio parte di quelli delusi dal Pd e dalle politiche di destra del Governo Renzi. Insieme a Fassina e D'Attorre vogliamo ridare un progetto e un partito al popolo della sinistra. Un partito di governo che possa cambiare le sorti del Paese e dell'Umbria in un momento in cui la precarietà e la disoccupazione sono ai massimi livelli".

Sinistra Italia anche in Umbria ribadisce il proprio impegno contro le riforme della Bona Scuola e del Job Act ed è in prima linea contro l'abolizione del Senato che sarà motivo del contendere politico nel referendum 2016.

"Alle prossimo amministrative? E' difficile adesso pensare alla composizione delle liste ma di certo ci saremo e vogliamo fin da subito incidere. Alleati con il Pd? Ci sembra, in questo momento storico, molto ma molto difficile": hanno ribadito all'unisono Vinti, Bravi e Guerra (Sel). A Sinistra Italia parteciperà anche la lista perugina Sinistra per Perugia: "Noi ci battiamo per una sinistra unita, di governo e che possa incarnare tutti i valori della socialdemocrazia. Questa volta siamo sicuri che l'unità a sinistra si farà". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento