menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

PERUGIA RISORGE Ecco il certificato anti-truffa per le case da affittare agli universitari

Per la prima volta l'amministrazione Romizi mette in campo un servizio chiesto dagli studenti, dalle ambasciate straniere e dai due Atenei della città. Si chiama City Campus e aiuterà gli studenti universitari - in particolare - quelli stranieri ad evitare topaie e proprietari furbetti

Alloggi adeguati, affitti trasparenti, contratti certificati e soprattutto stop alle fregature. Per combattere la cattiva fama di Perugia - dopo anni di decadenza e cattiva stampa nazionale e internazionale - bisogna tornare anche a tutelare gli studenti universitari.

In particolare, in questo caso, i giovani provenienti da tutto il mondo per studiare sia (e soprattutto) alla Stranieri che alla Università degli Studi. Non è un mistero che persone senza scrupoli hanno affittato garage, alloggi senza agibilità e altro ancora chiedendo prezzi da truffa e non certo da mercato. Tutto questo ha creato un danno alle università e all'economia di una città come Perugia che non può fare a meno dei giovani universitari. 

Per evitare ennesime figuracce e la perdita di altri studenti è stato lanciato City Campus: ovvero il primo servizio certificato di supporto nella ricerca di locazione immobiliare destinato in particolare agli studenti stranieri. In pratica i collegi provinciali delle due Federazioni immobiliari, direttamente o attraverso i propri associati, dovranno effettuare la certificazione degli immobili disponibili e, quindi, stabilire la congruità del canone richiesto per l’affitto.

Le case da dare in affito con tanto di certificato anti-fregatura possono appartenere a tutti quei proprietari che intendano valorizzare le caratteristiche qualitative dell’alloggio in locazione, attraverso una certificazione ufficiale che determina l’inserimento dello stesso in una specifica classe a cui corrisponde una determinata fascia di prezzo. Tutte le offerte saranno inserite sui siti universitari e dell'Adisu.

Le federazioni di categoria si impegnano a trattare gli immobili così certificati a condizione esclusive riservate all’iniziativa Unifacile Affitto Sicuro – City Campus, a controllare e verificare eventuali cambiamenti e inadempienze, nonché a fornire assistenza tecnico­legale agli studenti per tutto quello che riguarda la locazione. Il progetto porta la firma dell'amministrazione comunale, dell'Unipg, della Stranieri e delle due principali associazioni di categoria, la Federazione Italiana Mediatori Agenti d’Affari (Fimaa) e la Federazione Italiana Agenti Immobiliari Professionali.

Il Comune avrà il compito di verificare, a richiesta, il possesso della corretta documentazione di agibilità e destinazione d’uso dell’immobile, di effettuare le verifiche previste dalla normativa igienico-sanitaria ed urbanistica, di mettere a disposizione degli agenti immobiliari certificatori tutta la documentazione tecnica necessaria, oltre che di promuovere anch’esso attraverso i propri canali l’iniziativa.

Il servizio di City campus sta alla base dell'idea del sindaco Romizi di realizzare un "campus universitario" diffuso all'interno della Perugia medioevale. Entusiasta il rettore della Stranieri Paciullo che ha elogiato il lavoro dell'amministrazione comunale:"Grazie di aver accolto, per la prima volta, un’iniziativa di tale importanza, che noi chiedevamo da tempo, anche su sollecitazione delle rappresentanze diplomatiche, prima fra tutte quella cinese, con cui l’Università per Stranieri ha continui rapporti in quanto rappresenta le comunità studentesche internazionali”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento