Semplificazione amministrativa, dubbi in Provincia su Vas e piani attuativi

Perplessità alla Provincia di Perugia, dopo la delibera della giunta regionale sulla semplificazione amministrativa, in particolare sulla Valutazione Ambientale Strategica

La sede della Provincia di Perugia

Il presidente della terza commissione consiliare della Provincia, Luca Baldelli ha convocato un incontro per discutere dei riflessi sul funzionamento dell’apparato della Provincia di Perugia in seguito alla deliberazione del Consiglio regionale sulla semplificazione amministrativa.

"Le decisioni assunte dalla Regione Umbria in merito alla semplificazione amministrativa, in particolare in merito alle procedure per la Vas (valutazione ambientale strategica), lasciano perplessi sotto diversi punti di vista. Ecco alcuni interrogativi: sono i Comuni, specie quelli più piccoli, in grado di gestire i diversi passaggi delle autorizzazioni in ambito paesaggistico? Con quale personale? Insomma, ce ne è abbastanza per discutere e confrontarsi con la Regione in maniera aperta e chiara”.

"La Vas – ha spiegato l’assessore alla Gestione del Personale Stefano Feligioni – si occupa soprattutto di coordinare più progetti presentati da più Comuni in qualsiasi tipo di utilizzo del territorio. Ora – ha continuato l’assessore – la possibilità che possiamo continuare a fare questo tipo di lavoro diventa solo eventuale, in quanto saranno coinvolti altri soggetti (come per esempio la Sovrintendenza).

Vista la situazione – ha concluso Feligioni – ci possiamo permettere di mantenere un ufficio apposito, come abbiamo ora, non conoscendo il futuro carico di lavoro?”.

Il consigliere del Pdl Giampiero Panfili si è poi chiesto: “Che cosa facciamo fare alle persone che lavorano nell’ufficio?”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per il consigliere dei Socialisti riformisti, Enrico Bastioli la partita è da giocarsi tutta nell’ambito del Consiglio delle autonomie locali. “Come fa un consigliere comunale – si è chiesto Bastioli – a conoscere in toto l’identità del piano attuativo? Credo che i Comuni piccoli si troveranno in difficoltà, in questo la Provincia potrebbe essere un supporto".

"L’Ente discute ancora una volta a cose fatte – ha detto nel suo intervento il consigliere dell’Udc Maurizio Ronconi – non è il caso di individuare un responsabile, un assessore che tenga i rapporti interistituzionali? Ci accorgiamo di questa nuova deliberazione del Consiglio regionale a babbo morto".
 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Umbria Jazz, colpo di scena: l'annuncio ufficiale, progetto per quattro concerti ad agosto

  • Covid-19, quattro positivi asintomatici da Brunello Cucinelli: "L'isolamento ha evitato la trasmissione del virus"

  • Coronavirus, bollettino regionale del 31 maggio 2020: zero contagi, 17 le persone ricoverate

  • Offerte di Lavoro per Perugia e provincia: addetti al supermercato, farmacisti, operai, autisti e baby-sitter

  • Coronavirus e Fase 2, nuova ordinanza della presidente della Regione Umbria: le attività che riaprono dal 3 giugno

  • Test sieroprevalenza: battere il Coronavirus, ma la metà degli umbri chiamati non risponde all'appello della Croce rossa

Torna su
PerugiaToday è in caricamento