rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Politica

"Mai più fascismi", in mille dall'Umbria a Roma dopo l'assalto alla Cgil

La Cgil Umbria: "Era importante dare un segnale di forza e compattezza dopo i gravissimi attacchi squadristi e fascisti alla nostra sede nazionale"

In mille dall'Umbria a Roma, in Piazza San Giovanni, per la manifestazione "Mai più fascimi" indetta dai sindacati dopo l'assalto alla Cgil e le violenze dei no Green pass. 

"Una piazza straordinaria e una grande partecipazione, anche dall’Umbria. Ringraziamo tutte le persone, oltre mille, che stamattina sono partite da ogni parte della nostra regione per partecipare a questo grande momento democratico. Era importante dare un segnale di forza e compattezza dopo i gravissimi attacchi squadristi e fascisti alla nostra sede nazionale e la risposta è arrivata ed è stata grandiosa”. Così in una nota la Cgil dell’Umbria. “Ma questa manifestazione - prosegue la nota - deve servire anche a ribadire, se ce ne fosse ancora bisogno, che il lavoro, nella nostra società, deve tornare al centro dell’agenda politica, economica, sociale, perché solo il lavoro, tutelato dai diritti, può salvarci da anni e anni di crisi finanziaria e, adesso, sanitaria”.  

"E' una manifestazione che difende la democrazia di tutti. Questo è il tema". Lo dice il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini, camminando in testa al corte diretto a Piazza San Giovanni. "L'attacco alla Cgil l'attacco al sindacato è in realtà un attacco alla dignità del lavoro di tutto il paese. E noi siamo qui non per difendere qualcuno ma per difendere la democrazia è per estendere la democrazia nel nostro paese e in Europa", sottolinea ancora Landini. "C'è da progettare un futuro che applichi i principi fondamentali della nostra costituzione". 

FOTO - "Mai più fascismi": in mille dall'Umbria a Roma per la manifestazione dei sindacati

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Mai più fascismi", in mille dall'Umbria a Roma dopo l'assalto alla Cgil

PerugiaToday è in caricamento