menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Riunione sul ritorno a scuola in Umbria, parte la mappatura dei posti in classe: problemi in vista...ma non per tutti

Il vice-ministro umbro Anna Ascani ha incontrato i sindaci e i rappresentanti di Regione e Province

Ritorno a scuola a settembre in Umbria? Si ma non mancano criticità come ha ribadito, senza veli, il vice-ministro all'istruzione Anna Ascani, umbra e in quota Pd, ai sindaci di casa nostra, ai rappresentanti della Giunta regionale e alla Giunta provinciale. “In questa prima fase – ha detto l'esponente del Governo – si procederà con una sorta di mappatura di tutte le scuole di ogni ordine e grado, per verificare capienza, numero di studenti e disponibilità di aule”. L'Ascani ha aggiunto che “le problematiche saranno maggiori per le scuole secondarie di secondo grado che non per la primaria e la secondaria di primo grado, su cui in ogni caso si sta valutando ogni possibilità”. Il presidente dell'Anci De Rebotti ha sottolineato come “la scuola diventi simbolo della ripartenza in sicurezza, intesa non solo in termini strutturali, ma anche di salute. i Sindaci hanno necessità, fin da ora, di avere un quadro quanto più definito possibile sulle modalità di riapertura a settembre, tenendo conto, ovviamente, della variabile Covid-19”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, Assisi in lutto: è morto Mauro Venarucci

Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento