Politica

Risse e assembramenti, Fratelli d'Italia chiede di cambiare la legge sul commercio: "Norma per la sicurezza e contro il degrado"

La richiesta è di intervenire sulla disciplina e sulle modalità di gestione delle attività di somministrazione di alimenti e bevande

Un nuovo regolamento comunale sul commercio per evitare situazioni di degrado e punire che agisce scorrettamente. E' quanto chiede il gruppo di Fratelli d'Italia in consiglio comunale a Perugia (una riforma della legge regionale in tal senso è stata proposta anche dalla consigliere regionale della Lega Paola Fioroni).

La prima firmataria della prospota, la consigliera Fotinì Giustozzi, chiede di valutare modifiche "più stringenti" al regolamento comunale sul commercio, adeguando le norme del Testo unico regionale sul commercio "alla luce delle nuove esigenze, stipula di un'intesa Comune-Regione ai sensi delle norme in materia contrasto al degrado urbano". 

La proposta mira ad una nuova disciplina e nuove modalità di gestione delle attività di somministrazione di alimenti e bevande, anche alla luce delle proteste dei cittadini e ai fatti di cronaca legati al consumo di alcol e agli assembramenti.

"Non tollereremo più - dichiarano i consiglieri - situazioni fuori controllo che creano disordine e insicurezza, come ad esempio avvenuto recentemente con le attività di Afro Market a Fontivegge. È necessario intervenire in maniera chiara e puntuale per evitare e reprimere questi episodi di illegalità; tutto questo assieme al prezioso lavoro delle forze dell’ordine e agli interventi di riqualificazione urbana che il Comune ha messo e sta mettendo in campo in tutta la città".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Risse e assembramenti, Fratelli d'Italia chiede di cambiare la legge sul commercio: "Norma per la sicurezza e contro il degrado"

PerugiaToday è in caricamento