Grandi intese per rilanciare anche gli angoli più nascosti dell'acropoli perugina

Non solo Mercato Coperto, ma un piano lungimirante per riportare negozi, residenti ed eventi anche nelle piazze e aree meno frequentate. Il M5Stelle tende la mano al sindaco: "Linee programmatiche della Giunta condivisibili: offriamo il nostro piano e il nostro impegno per Perugia a patto che..."

Ipotesi di alleanza disinteressata sul rilancio storico tra Movimento 5 Stelle e il sindaco Romizi dopo che questo ultimo ha lanciato le priorità per la Giunta comunale per l'acropoli. Un'alleanza tutta da costruire e con alcuni punti fissi da accettare in toto, ma complessivamente non impossibile. E' lo stesso movimento 5 Stelle a tendere la mano offrendo la propria proposta di rilancio vincolata alla nascita "di un tavolo di confronto e progettazione aperto a tutte le forze politiche al fine di individuare una strategia condivisa". 

"Accogliamo con favore - scrive Antonio Donato responsabile Comunicazione M5S Perugia - l'ordine delle priorità d'intervento della nuova giunta in merito al Mercato Coperto -  un luogo che il Movimento 5 Stelle ha sempre considerato come polo d'interesse strategico per il rilancio della microecomia locale e del turismo. E siamo pronti a donare la nostra proposta di rilancio  nell'esclusivo interesse dei perugini". 

Ma non di solo Mercato Coperto vive il rilancio del centro storico, i grillini infatti hanno le idee chiare: rivitalizzare le zone dell'acropoli meno conosciute e frequentate ma ricche di storia e di spazi per eventi e attività commerciali. L'idea, già prevista anche dall'amministrazione comunale, è quella di un grande Centro commerciale natura. 

"Va considerato che il centro di Perugia è grande, non ci sono solo le solite vie, già conosciute e frequentate dai cittadini; all'interno delle mura troviamo aree ormai dimenticate, poco frequentate, e dove spesso si annida la delinquenza.  La nostra bozza progettuale prevede infatti di utilizzare i percorsi già strutturati come passaggi per entrare  in altri poli attrattivi, situati nelle aree meno frequentate. Questa logica permetterebbe nel tempo una rapida espansione della conoscenza del centro e l'evoluzione naturale di nuovi percorsi strutturati e frequentati, con il conseguente insediamento di nuove attività commerciali. La canalizzazione di flussi pedonali dalle vie principali verso le arterie meno frequentate, cosi' possiamo sintetizzare la nostra proposta. Una progettazione virtuosa che andrebbe a bilanciare gli investimenti fatti in passato, ora come non mai, necessari nelle aree "in ombra" del nostro splendido centro storico".

Questo processo porterebbe anche ad aumentare "l'offerta centro storico" che entrerebbe, dal punto di vista commerciale, in una vera competizione con i centri commerciali artificiali situati nella periferia. Il Movimento 5 Stelle chiede una progettazione lungimirante con effetti duratori per battere la criminalità, riportare le attività commerciali e avere eventi di qualità.

"Invitiamo quindi la giunta - ha concluso il rappresentante dei grillini -  a non fare la corsa solo per dare "segnali di discontinuità", noi preferiamo un'attenta analisi e una progettualità proiettata nel futuro.WiFi, Apps, QrCode, Segnalazioni, Percorsi visivi, Bluetooth proximity marketing, eventi, networking, etc. possono essere utili solo se riscopriamo il centro in ogni sua area, non serviranno a nulla se a pochi passi dalla via principale si continua a spacciare e a delinquere, per favore, non facciamo gli errori del passato. Il Movimento 5 Stelle, come ha promesso in campagna elettorale, si impegna fin da subito a collaborare in tal senso".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nessuno vuole più indossare la toga? Esame da avvocato, domande al minimo storico

  • Muore a 39 anni schiacciato dal trattore, inutili i soccorsi

  • Umbria, colpito da infarto in banca: infermiere e vigile del fuoco fuori servizio gli salvano la vita

  • Cadavere in un canale, sul posto Carabinieri e Vigili del fuoco

  • Albero crolla e si abbatte su una casa e su un'auto

  • Travolto e ucciso da un'auto in superstrada: Fabrizio muore a 45 anni

Torna su
PerugiaToday è in caricamento