menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una foto relativa al centro espulsione di Lampedusa

Una foto relativa al centro espulsione di Lampedusa

Rifugiati a Perugia, altri 50 posti assegnati al capoluogo: salgono a quota 562 in Umbria

I numeri forniti dall'esponente di Fratelli d'Italia, Marco Squarta, che ha denunciato nuovi arrivi dopo la richiesta fatta dalla passata amministrazione perugina al Ministero degli Interni. Ecco quanto elargirà lo Stato

"Grazie ai progetti presentati dalla precedente amministrazione comunale, a Perugia aumentano i posti per ospitare i profughi. Credo che sia ora di rivedere la disponibilità del nostro territorio ad accogliere immigrati": l'attacco alla passata amministrazione comunale di centrosinistra arriva dal perugino Marco Squarta, candidato alle primarie del centrodestra per le regionali 2015 nonché esponente di Fratelli d'Italia-Alleanza Nazionale. Secondo Squarta la precedente Giunta a guida Boccali ha dato al Ministero dell'Interno disponibilità di accoglienza degli immigrati e successivamente ha assegnato con bando le risorse ottenute dal Ministero ad alcune cooperative locali. 

"Sulla base della disponibilità espressa dal Comune, il Ministero ha assegnato altri 50 posti a Perugia, più 15 di emergenza, per un contributo assegnato alle cooperative che gestiranno di fatto l'accoglienza pari a 638.750 euro": ha spiegato Squarta "Questa situazione mostra non solo una grande quantità di denaro pubblico dedicata agli immigrati e non ai perugini e agli umbri sempre più in difficoltà, ma anche una scelta critica rispetto alla situazione di emergenza sicurezza sul territorio". In tutta l'Umbria i posti messi a disposizione sono aumentati da 102 del periodo 2012-2013 a 562 del 2014. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento