Formazione professionale, si cambia: si può imparare un mestiere a partire da 14 anni, corsi triennali e tanta pratica

Via libera dalla commissione regionale e dall'assessore Agabiti. La riforma Fora fatta propria da tutti i partiti

Piano triennale per rafforzare i corsi di formazione professionale, garantendo così una continuità economica, immediato ingresso a 14 ai corsi per imparare un mestiere, senza passare almeno per un anno in un istituto superiore. La riforma del Sistema regionale di istruzione e formazione professionale ha incassato il primo sì, all'uninimità, dalla commissione regionale presieduta da Eleonora Pace. Una riforma, progettata da Andrea Fora (Patto Civico) e fatta propria da tutti i partiti, che piace anche all’assessore regionale Paola Agabiti, che ha manifestato assenso nei confronti di questa iniziativa di legge.

Le modifiche alla legge 30 vanno ad incidere sulle possibilità di scelta dei ragazzi dai 14 ai 16 anni, che hanno terminato la scuola media e intendono approcciarsi alla formazione professionale, volendo consentirgli di farlo da subito, senza attendere, come prevede la legge attualmente, di fare un anno negli istituti scolastici pubblici e il secondo e terzo in regime di sussidiarietà attraverso indirizzi professionali. Sul versante dei bandi di finanziamento: diventano triennali anziché annuali come oggi, per evitare l’evenienza che i percorsi di istruzione abbiano inizio in ritardo per mancanza di fondi, o per assenza di tempestive e adeguate deliberazioni.

“Una modifica di legge che – ha spiegato Fora in commisione - sul piano culturale dà un valore paritario ai sistemi educativi pubblici e a quelli professionali, che rappresentano un target adatto a ragazzi con percorsi già frammentati o che trovano nelle scuole professionali una risposta più adeguata ai loro percorsi di vita, anche nell'ottica di evitare la dispersione scolastica”.

La Riforma inoltre prevede un apprendistato, con contenuti di applicazione pratica non inferiori al 40 per cento dell’orario per il secondo anno e del 50 per cento per terzo e quarto anno; alternanza scuola lavoro per almeno 400 ore annue; impresa formativa simulata, con periodi di applicazione pratica non inferiore a 400 ore annue, quale strumento propedeutico ai percorsi di alternanza scuola lavoro o di apprendistato, misure che si rivolgono particolarmente agli studenti quattordicenni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aste giudiziarie, l'occasione per "rifarsi" l'auto: dall'audi Q2 praticamente nuova alla Mercedes a 50 euro

  • Covid19, parte l'indagine sierologica a Perugia: Istat seleziona cittadini, occhio al numero telefonico

  • Perugia, incendio alla Biondi recuperi: vigili del fuoco in azione, nube nera in cielo

  • Coronavirus, la Usl Umbria 2: "Quattro nuovi casi di positività", tamponi ai familiari

  • La Usl Umbria 1 vende 24 auto, come fare un'offerta per partecipare all'asta

  • Scontro tra auto a Umbertide: morte due persone, un'altra è rimasta ferita

Torna su
PerugiaToday è in caricamento