Mercoledì, 22 Settembre 2021
Politica

Psicodramma Pd dopo elogio di Renzi a Romizi: gli iscritti insorgono e minacciano il Premier

La base si ribella dopo l'ennesimo elogio al giovin sindaco liberale di Perugia. Lettere e mail pronte per essere inviate. Ma da Roma spiegano: "Calma (ex) compagni, è tutta una strategia..."

Una lettera da inviare a Matteo Renzi, leader del Pd e capo del Governo del Paese, dove inserire tutto il lavoro fatto dal gruppo consiliare e dal partito per denunciare gli errori, in due anni di amministrazione, del sindaco Andrea Romizi. Una lettera con la quale si vuole chiedere, velatamente,  di evitare di elogiare (per la seconda volta in poche settimane) l'operato del sindaco della prima giunta liberale di Perugia da parte del premier (ecco il video) che ha creato imbarazzo tra i democratici). Nella lettera, i più arrabiati ed eroici, addirittura vogliono mettere nero su bianco anche la minaccia di dimissioni di massa se si continua su questa strada.

Una lettera richiesta da tanti ma che è ancora una ipotesi nelle mani del segretario comunale del Pd, Giacopetti, che ha avvertito un amareggiato un segretario regionale Giacomo Leonelli non certo contento per il clima che sta montando a Perugia. Una lettera in nome dei militanti e dei simpatizzanti che stanno faticosamente cercando di tornare a galla dopo lo storico ko inferto da Romizi al partitone da sempre alla guida di Perugia. Da Roma però sono già arrivate diverse telefonate per spiegare la linea del Premier Renzi.

Il tenore è questo: "Suvvia compagni e membri del partito della nazione , il Matteo elogiando il sindaco di Perugia sta cercando di raccattare voti per i ballottaggi in piazze molto più importante di Perugia. Bisogna far capire che il nemico non è più il centrosinistra, ormai-de-comunistizzato, ma il Movimento 5 Stelle. Compagni meglio un elogio a Romizi oggi che Roma e Torino ai 5Stelle con i voti di Forza Italia e dei moderati". Insomma è l'eterno dilemma: meglio la gallina oggi o l'uovo domani? 

Ovviamente l'elogio di Romizi da parte di Renzi invece è molto piaciuto al movimento 5 stelle dell'Umbria e del resto del Paese: ora potranno ribadire che il Pd e Forza Italia sono la stessa cosa... e quindi l'unica vera svolta è quella di votare ai ballottaggi per il movimento. E quindi per l'elettore il secondo eterno dilemma: "lasciare la vecchia via per quella nuova?".  Adesso aspettiamo che il Matteo elogi anche il Palio di Perugia 1416 e la figura del democratico Braccio Fortebracci... per ottenere i voti degli accaniti rievocatori storici di tutto il Paese. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Psicodramma Pd dopo elogio di Renzi a Romizi: gli iscritti insorgono e minacciano il Premier

PerugiaToday è in caricamento