Politica

Epidemia da Covid, Tesei: "Orgoglio umbro, siamo tra le Regioni con meno casi . Stop restrizioni? Ancora è presto"

Tutti i dati dimostrano che la cura della task-force regionale funziona dopo settimane difficili. Il punto della Governatrice

I numeri sarebbero anche da considerare positivi, ma la paura di una terza ondata dal 2021 - per via di una troppa libertà nel periodo delle vacanze di Natale e Capodanno - rischia addirittura di peggiorare le già pesanti restrizioni personali dai prossimi giorni in poi in Umbria come nel resto del Paese. Nella relazione sull'andamento del contagio ai consiglieri regionali, la Presidente Tesei ha ribadito con orgoglio che "la situazione sanitaria attuale mostra indice Rt e tasso di mortalità tra i più bassi in Italia" l’Umbria infatti è uscita dalla fase due "tra le prime regioni, ne siamo orgogliosi, è una vittoria degli umbri".

Un po' per i ricoveri - che comunque sono ancora 347 - e molto per l'aria che tira a Roma - Ministro Speranza e parte del Pd vogliono la zona rossa per le feste - la Regione non ha in programma al momento altri allentamenti in campo sociale, sportivo e commerciale: " È stato necessario un allentamento prenatalizio, che segue il Dpcm nazionale, indispensabile per una minima ripresa economica e sociale. Abbiamo limitato gli allentamenti, con le scuole medie inferiori in presenza e negozi aperti anche la domenica. Saremo cauti su successivi allentamenti. Il messaggio agli umbri è che ci vuole massima cautela, rispetto delle regole, perché ciò andrà a regolamentare la nostra socialità e può fare la differenza. Aspettiamo la fase 3, che ci sarà prima che arrivi il vaccino". L'Umbria è tra le prime Regioni in Italia ad avere un piano di salvaguardia, in caso di massimo piccho di malati e ricoveranti: attualmente sono 44 terapie intensive ulteriori rispetto a quanto previsto dal governo". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Epidemia da Covid, Tesei: "Orgoglio umbro, siamo tra le Regioni con meno casi . Stop restrizioni? Ancora è presto"

PerugiaToday è in caricamento