menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A Perugia nasce il registro per i figli di divorziati: "Garantire tutela a tutti"

A proporre l'istituzione del registro i consiglieri Lorena Pittola e Sergio De Vincenzi del Gruppo Misto

La proposta non è stata accettata di buon grado dall'opposizione, ma alla fine grazie al Movimento5Stelle ed a una maggiornaza quasi compatta, il Consiglio Comunale ha approvato l'istituzione di un registro per la bigenitorialità.

A proporlo i consiglieri Lorena Pittola e Sergio De Vincenzi (Gruppo Misto) che hanno ritenuto di fondamentale importanza correre in aiuto a tutte quelle coppie divise per facilitare lo scambio di informazioni fra i genitori in corso di affido congiunto dei propri figli.

Ora spetterà alla Giunta la stesura del regolamento. “ Dispiace notare”, afferma il Consigliere Pittola, “che a non appoggiare l’approvazione sia stato proprio il partito del PD che invece era stato portavoce in tutti gli altri comuni dove questo è già stato istituito ed applicato”.

De Vincenzi precisa: “Con questo atto il Comune di Perugia vuole garantire e fornire, a tutti coloro che lo riteranno opportuno, un ulteriore mezzo di tutela, ponendo il minore al centro della famiglia e garantendo ad ogni genitore la possibilità di assolvere ai propri doveri”.

Di opinione diversa il consigliere di Forza Italia, Massimo Perari: “Posso dire che per esperienza lavorativa (Perari è avvocato da 15 anni, ndr.) l'istituzione di un registro è inutile”. Alla fine la proposta è però passata. Nonostante il Pd abbia urlato a “un atto che va contro gli interessi del bambino”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento