Sanità, la Giunta regionale ha deciso: ecco le nomine dei direttori generali

La Giunta regionale ha nominato i nuovi direttori generali delle aziende ospedaliere e sanitarie umbre il cui incarico decorrerà dal 1 marzo

Ci siamo. La Giunta regionale ha nominato i nuovi direttori generali delle aziende ospedaliere e sanitarie umbre il cui incarico decorrerà dal 1 marzo.
Ecco l'elenco dei designati. 
Emilio Duca guiderà l’Azienda Ospedaliera di Perugia Santa Maria della Misericordia, Maurizio Dal Maso l’Azienda Ospedaliera Santa Maria di Terni, Andrea Casciari l’Azienda Unità Sanitaria Locale Umbria 1 e Imolo Fiaschini l’Azienda Unità Sanitaria Locale Umbria 2.

Dopo una attenta valutazione di tutti i 108 curricula pervenuti – scrive Palazzo Donini - la Giunta regionale ha deciso di privilegiare le esperienze professionali e manageriali espresse dai candidati alla nomina nell’ambito dell’organizzazione e gestione del servizio  sanitario nazionale, con particolare riferimento alle competenze esercitate precedentemente nell’ambito delle direzioni generali o sanitarie o amministrative di aziende sanitarie o ospedaliere”.

E ancora: “La Giunta regionale ha inoltre deciso di adottare il criterio del rinnovamento e della rotazione delle competenze professionali, procedendo al cambio di tutti i vertici delle 4 aziende ospedaliere e sanitarie dell’Umbria. Si è deciso altresì di dare valore anche alle conoscenze e competenze di una parte del management sanitario, ricompreso nell’elenco dei candidati, che aveva saputo esprimere nelle diverse fasi della programmazione e gestione del servizio sanitario in Umbria capacità e risultati. La Giunta regionale ha pensato innanzitutto agli interessi dei cittadini e ritiene quindi che i quattro nominativi individuati rispondano appunto ai requisiti di competenza, capacità amministrativa e gestionale e conoscenza qualificata del servizio sanitario sia in ambito nazionale che regionale, con esperienza pluriennale di direzioni complesse dell’organizzazione sanitaria. Essi potranno dunque concorrere oltre che alla gestione delle rispettive aziende, anche all’attuazione delle strategie definite dal Governo nazionale e dalla Giunta regionale, in materia di riforme e di organizzazione della sanità nazionale e regionale”.

In conclusione “ai direttori generali, unitamente a quelli sanitari e amministrativi uscenti, va il ringraziamento della Giunta regionale per il lavoro che in questi anni hanno svolto con capacità di innovazione, responsabilità nella gestione finanziaria e contabile, attuazione del percorso di razionalizzazione e riforma, di impulso alla ricerca scientifica e all’innovazione tecnologica, garantendo ai cittadini dell’Umbria il rispetto pieno dei livelli essenziali di assistenza, senza incidere in nessun modo su una tassazione aggiuntiva”.

Infine, per chiarire, “la Giunta regionale ribadisce quindi di essersi ispirata all’esclusivo perseguimento dell’interesse generale della comunità e dei cittadini, prediligendo criteri di competenza e merito attinenti alla delicatezza e responsabilità che il compito di direttore generale assegna alla guida delle aziende che esprimono le capacità di garantire il diritto alla salute e l’universalità del servizio sanitario pubblico”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cresima e comunione insieme, l'arcivescovo cambia tutto: niente padrini e madrine per tre anni

  • Boato nella notte, salta in aria la vetrina del negozio di Acqua&Sapone di Madonna Alta

  • Carrefour sbarca in Umbria: ecco quanti saranno i punti vendita

  • Bambina di 12 anni all'ospedale per mal di pancia, ma è incinta

  • Schianto in galleria: grave una mamma, ferite lievi per i figli che viaggiavano con lei

  • L'azienda umbra che batte la crisi: Molini Popolari Riuniti, il fatturato tocca i 67,5 milioni di euro

Torna su
PerugiaToday è in caricamento