Venerdì, 19 Luglio 2024
Politica

Legge regionale sulla famiglia della Lega, il Pd insorge: "Devono essere ascoltate anche le associazioni Lgbt e femministe"

“Estendere quanto prima le audizioni, finora monocolore, ad una platea ampia e plurale di soggetti interessati alla cosiddetta "legge sulla Famiglia" portata avanti dalla Lega, ma che in realtà è uno stravolgimento propagandistico del Testo unico in materia di Sanità e Servizi sociali”. E’ quanto chiedono alla presidente III Commissione permanete, Eleonora Pace, il Vice Presidente della Commissione Sanità Tommaso Bori e il Vice Presidente dell’Assemblea Legislativa, Michele Bettarelli a seguito della richiesta inviata in tal senso nelle scorse settimane.

“Riteniamo che il confronto avviato in Commissione non possa prescindere dal contributo che hanno il diritto di portare anche le associazioni impegnate sul tema della parità di genere e dei diritti civili. Sarebbe davvero grave - sottolineano i due Consiglieri Dem -  se, ad essere audite, fossero solamente alcune associazioni di parte e quelle di stampo confessionale”. 

Gli esponenti del Pd vorrebbero nella partita anche associazioni come  "RU 2020, la  Rete Umbra per l’autodeterminazione, Omphalos,  Famiglie Arcobaleno, Agedo, Liberamente Donna, Rete Antiviolenza Donne Onlus, UDI Perugia,  Terni Donne, Forum delle Donne di Amelia e Aladino che si battono, ogni giorno, per i diritti civili e l’autodeterminazione, oltre che contro l’oscurantismo culturale e sociale che certe misure liberticide portano con sé".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Legge regionale sulla famiglia della Lega, il Pd insorge: "Devono essere ascoltate anche le associazioni Lgbt e femministe"
PerugiaToday è in caricamento