menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, prima la salute degli umbri ora tocca all'economia: la Regione stanzia 31 milioni per turismo e imprese

La Tesei pensa agli effetti collaterali e lancia il salva-Umbria per evitare un altro doloroso post-terremoto 2016

Dopo aver messo in sicurezza - con provvedimenti, ordinanze e task-force regionale - la salute degli umbri (al momento zero contagi e piani disposti per eventuali emergenze), ora la Governatrice Donatella Tesei prova a salvare il salvabile, a breve giro di posta, mettendo soldi pesanti per tutelare le aziende del settore turismo umbro, l'export, l'agricoltura e le piccole e medie aziende dell'Umbria.

E' stato adottato un provvedimento urgente a sostegno del tessuto produttivo con fondi per 31 milioni di euro. Obiettivo: fronteggiare la ricaduta sul tessuto produttivo dello scenario di crisi generato dall’emergenza del Coronavirus. Le risorse investite a seguito della rimodulazione del Piano di sviluppo rurale mirano inoltre a comporre progetti immediatamente cantierabili finalizzati al concreto sostegno alle imprese agricole, al settore dell’agroalimentare ed ad aiutare i giovani agricoltori.

“La situazione di particolare criticità derivante dall’emergenza sanitaria in corso – dichiara la presidente della Regione Donatella Tesei - richiede un intervento immediato a sostegno del nostro tessuto economico e delle imprese che lo compongono. Insieme con gli Assessori Paola Agabiti, Michele Fioroni e Roberto Morroni abbiamo dunque ritenuto necessario varare un concreto piano finalizzato a sostegno del sistema imprenditoriale dell’Umbria con l’obiettivo di supportarne la ripresa ed accrescerne la competitività e l’innovazione, in un particolare e complesso momento come quello che stiamo vivendo”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento