Elezioni Regionali, il centrodestra nazionale ha trovato la quadra per l'Umbria: manca solo la firma

L'accordo finale non è sottoscritto e richiederà ancora un paio di incontri per limare il tutto. Ma l'obiettivo è quello di fare la presentazione prima delle vacanze di agosto

In Umbria il centrodestra continua a giocare alle tre carte per il candidato Governatore dell'Umbria - Tesei, Squarta e da ieri anche il forzista Morroni -, a Roma invece si è smesso di bluffare anche perchè l'Umbria è soltanto una piccola pedina in uno scacchiera politico molto più ampio. Infatti, ad autunno, si vota anche in Emilia Romagna e Calabria; due territori importanti e politicamente considerati ottimi contenitori di voti da travasare anche per le future elezioni parlamentari. Dal Tavolo Romano, secondo fonti raccolte da Perugiatoday.it, si va verso l'accordo per il seguente schema delle candidature: alla Lega andrà l'Emilia Romagna, in Calabria ci sarà un candidato di Forza Italia.

E in Umbria? Alla fine è risultata buona la prima via: ovvero il ticket tra i due maggiori partiti dell'Umbria, Lega-Fratelli d'Italia. Tradotto in candidati: la senatrice, ex apprezzata sindaco di Montefalco, Tesei, candidata della coalizione di centrodestra. Candidato come vice - in caso di vittoria - Marco Squarta del partito della Meloni.

E Forza Italia? E i civici di centrodestra? L'accordo per l'Umbria prevede anche le altre due forze politiche: per Forza Italia, al di là del risultato, un assessorato pesante - sviluppo economico - se ci sarà un risultato a doppia cifra anche presidenza del consiglio regionale. Con la Tesei, candidata presidente, La Lega sarà morbida anche con gli eventuali civici: per il momento l'ipotesi è di una sola lista che racchiude tutte le esperienze civiche di centrodestra della nostra regione. Ma resta aperta la questione del polo civico dell'ex candidato presidente Ricci e una parte di cattolici che vorrebbero fare una propria lista sull'esperienza di Progetto Perugia che, con Romizi, ha ottenuto nel capoluogo il 15 per cento. 

L'accordo finale non è sottoscritto e richiederà ancora un paio di incontri per limare il tutto. Ma l'obiettivo è quello di fare la presentazione prima delle vacanze di agosto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 30 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 29 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 27 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 3 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 2 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa all'1 dicembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento