Politica

La Regione vara nuovo aiuto agli universitari: altri 3mila assegni di "rimborso" tasse

Bando dell'Adisu: l’intervento riguarda tutta la popolazione universitaria fermo restando il limite dei 30 mila euro di reddito Isee

La Regione Umbria rafforza il fondo di sostegno per gli studenti universitari in difficoltà economica e alle prese con tasse per l'iscrizione agli atenei perugini.  Con i due milioni di euro messi a disposizione, attraverso l’avviso dell’Adisu, si potrà fornire un assegno ad oltre 3 mila studenti. Attraverso questa misura sarà possibile garantire ai giovani e alle loro famiglie il recupero integrale di quanto versato per l’iscrizione universitaria. L’intervento riguarda tutta la popolazione universitaria - fermo restando il limite dei 30 mila euro di reddito Isee -, tanto che a questi 3 mila beneficiari si aggiungono anche i quasi 4 mila studenti che potranno usufruire della detrazione totale della tassa regionale per il diritto allo studio universitario.

“Gli ottimi riscontri che stiamo registrando - ha affermato l’assessore regionale all’Istruzione e al Diritto allo Studio Paola Agabiti -confermano come in questo momento sia fondamentale aiutare il percorso di studi dei nostri ragazzi. Riteniamo fondamentale far sentire a tutto il mondo della scuola, dell’istruzione e dell’Università la vicinanza e la disponibilità della Regione Umbria, nella consapevolezza che ogni risorsa investita per loro è una risorsa investita sul futuro della nostra comunità”. 

“Il diritto allo studio – ha concluso il Magnifico Rettore Maurizio Oliviero - è il caposaldo del riconoscimento del merito, a prescindere dalle condizioni sociali di provenienza. Grazie al supporto e alle significative risorse messe a disposizione dalla Giunta Regionale, l'Università degli Studi di Perugia potrà garantire le migliori condizioni di accesso alle nostre ragazze e ai nostri ragazzi”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Regione vara nuovo aiuto agli universitari: altri 3mila assegni di "rimborso" tasse

PerugiaToday è in caricamento