Mercoledì, 19 Maggio 2021
Politica

Gli oratori delle parrocchie conquistano la Regione: un fondo pesante per loro. "Sono centro di integrazione"

La Chiesa e la Giunta regionale vanno a braccetto in fatto di obiettivi su integrazione e welfare. L'assessore Barberini stacca l'assegno ai Vescovi

Gli oratori dell'Umbria, diretti dalle parrocchie, sono state premiate dalla Regione che, tramite l'assessorato al welfare, ne ha riconosciuto la funzione sociale, educativa e formativa per i giovani umbri. In Umbria sono una realtà in forte crescita, con 110 strutture su tutto il territorio regionale, circa 7 mila minori censiti con associazioni oratoriali, quasi 4 mila giovani iscritti e oltre 9 mila bambini e ragazzi inseriti nei gruppi oratoriali estivi. Da qui lo stanziamento di 100 mila euro per l’anno 2018.  

“Gli oratori parrocchiali – ha detto l’assessore Barberini – sono spazi aggregativi ed educativi importanti per dare risposte concrete ai bisogni di tanti giovani e tante famiglie. Sono uno strumento utile a favorire l’integrazione e l’inclusione sociale, promuovendo valori fondamentali come l’accoglienza, l’integrazione, il rispetto, la solidarietà. In Umbria sono una realtà in forte crescita, con 110 strutture su tutto il territorio regionale, circa 7 mila minori censiti con associazioni oratoriali, quasi 4 mila giovani iscritti e oltre 9 mila bambini e ragazzi inseriti nei gruppi oratoriali estivi".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli oratori delle parrocchie conquistano la Regione: un fondo pesante per loro. "Sono centro di integrazione"

PerugiaToday è in caricamento