In mezzo alla tempesta perfetta (coronavirus), la coppia Tesei-Agabiti vara il bilancio per rilanciare l'Umbria: la scheda

Taglio agli sprechi, soldi in più per il trasporto pubblico (che comunque dovrà essere riorganizzato), risorse immediate da ri-investire principalmente sul rilancio dell’economia e su cultura e turismo

Taglio agli sprechi, soldi in più per il trasporto pubblico (che comunque dovrà essere riorganizzato), risorse immediate da ri-investire principalmente sul rilancio dell’economia e su cultura e turismo. E chiusa la polemica sui fondi per la protezione civile, fondamentale per il nostro territorio, che potrà operare e progettare anche per l'anno in corso. La coppia regionale, due donne che hanno anche stravinto nelle urne, Tesei(Presidente)-Agabiti(assessore al bilancio) hanno, insieme alla Giunta e gli uffici, forgiato il primo bilancio del nuovo corso in Umbria, dopo 50 anni di sinistra-centro. 

Un bilancio che ha rispettato tre parole chiave snellimento della macchina regionale, nessun aumento delle tasse e fondi mirati alle esigenze reali di imprese e aziende. Tutto questo in mezzo alla bufera perfetta: l'emergenza da coronavirus che sta bloccando l'Umbria e che necessità di risposte immediata da parte della Regione (date) ma che senza il sostegno vero (non briciole) del Governo rischia, l'emergenza, di diventare un abisso economico e un ulteriore motivo di spopolamento dell'Umbria. Dopo la revisione della spesa regionale, la coppia Tesei-Agabiti ha messo sul tavolo del rilancio regionale: 26 milioni di euro. Un buon o cattivo bilancio? Soltanto i dati del futuro prossimo potranno dirci se è promosso oppure bocciato. 

“Grazie ad una attenta analisi e ad una oculata spending review – ha dichiarato la presidente Donatella Tesei – siamo stati in grado di liberare risorse a sostegno, tra l’altro, di modernizzazione, economia, servizi, cultura, turismo, volontariato e sociale. Il primo passo intrapreso è stato quello di ridisegnare il funzionamento della macchina regionale, con il duplice scopo di efficientare la stessa e di liberare risorse”

IL NODO DEI TRASPORTI - Per quanto riguarda gli interventi di settore un impegno significativo è stato preso per il finanziamento del comparto trasporti con ben 7,56 milioni di euro aggiuntivi per 2020. Nel dettaglio ci saranno 6 milioni di euro in più per il Tpl su gomma, 1,3 milioni di euro per il mantenimento del collegamento alta velocità con Milano – a cui concorre il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia -, il rifinanziamento triennale, per 420 mila euro annui, della Carta Tuttotreno a favore degli studenti, e un contributo al Comune di Perugia di 500 mila euro annui (sempre per il triennio) per le spese di gestione del Minimetrò.

CULTURA E TERRITORI - Attenzione per le politiche culturali e al sostegno del sistema turistico, per il quale la Giunta ha già provveduto a rafforzare le risorse a disposizione chiedendo alla Commissione europea la rimodulazione dei Fondi europei a disposizione con il Por 2014/2020, ai quali si aggiungono ulteriori risorse pari a circa 500 mila euro per cultura e sport,  300 mila euro per la promozione del territorio e 120 mila euro per le attività sociali e formative degli oratori. 

UMBRIA-ITALIA: INVESTIMENTI - Dal lato degli investimenti, sono stati confermati nel triennio gli impegni assunti con il Governo per il rilancio e l’accelerazione degli interventi, per un totale di oltre 58 milioni di euro, oltre alle risorse a disposizione grazie ai Fondi europei. Sono stati inoltre assicurati gli accantonamenti ai fondi obbligatori per legge.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

WELFARE - In ambito di politiche sociali: 180 mila euro per ciascuno degli anni 2020, 2021 e 2022 per le famiglie numerose. Confermato il cofinanziamento triennale per il sostegno al pagamento degli affitti, per 140 mila euro l’anno, il Fondo sociale regionale con 3 milioni e 618 mila euro annui e il Fondo per la non autosufficienza con 2,5 milioni nel 2020 e 2 milioni rispettivamente per il 2021 e il 2022.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Perugia-Ancona, incidente tra auto e camion: muore 30enne

  • Umbria, incidente lungo la E45: muore motociclista, strada chiusa al traffico

  • I migliori ristoranti di Perugia, la classifica dei primi dieci

  • Umbria, follia al supermercato: gira senza mascherina e prende a testate l'uomo che gli chiede di indossarla

  • Fiera dei Morti, il Comune di Perugia pubblica l'avviso per gli operatori

  • Massacra la madre a furia di pugni e calci, cerca di bruciarla viva e poi scappa: catturato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento