rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Politica

Raccolta differenziata: "Non abbiamo ricevuto alcuna informativa sulla partenza del nuovo sistema"

Nessuna critica risparmiata al nuovo sistema della raccolta differenziata. Mondo politico e cittadini in rivolta

È partito solo da pochi giorni, ma pare proprio che il nuovo servizio di raccolta differenziata stia già creando non poche polemiche. Dal mondo della politica ad alzare la voce è la pentastellata Rosetti: “Il mancato ritiro da parte di Gesenu dei sacchi conferiti dai cittadini è illegittimo e costituisce un evidente inadempimento contrattuale. Ciò anche in base all’informazione ingannatoria fornita da Gesenu, che in un depliant informativo indica due date diverse come inizio del nuovo sistema: domenica 14, in evidenza, e lunedì 15 nella didascalia”.

Ma non finisce qui: “Le plurime testimonianze degli utenti e il numero esiguo di mastelli ritirati, unito al quantitativo dei sacchi lasciati sul suolo pubblico da Gesenu, sono la prova provata che nessuna reale forma, non solo di partecipazione, ma di informazione è stata fatta da Gesenu, né tanto meno dal Comune di Perugia. Il Comune di Perugia dà il via ad una raccolta che rivoluziona il sistema, introducendo innovazioni significative, senza che nessuna seria informativa sia stata fatta e dopo aver consegnato meno della metà dei mastelli (2300 circa su 6500 utenze) e senza aver comunicato l’esistenza del nuovo sistema del cassonetto mobile, gli orari, i luoghi e le modalità del ritiro”.

Dello stesso avviso anche il Movimento difesa del cittadino: “Il caos della raccolta rifiuti in centro storico non è certamente colpa degli utenti, come sostengono Gesenu e il Comune di Perugia; molti cittadini ci hanno, infatti, segnalato di non aver ricevuto alcuna informativa sulla partenza del nuovo sistema, complesso, di raccolta, e non è stato spiegato adeguatamente che il sistema offre una doppia possibilità data dal cassonetto mobile e dall’uso di mastelli e sacchetti. Alle tante contestazioni, sul sistema dei mastelli, che abbiamo già inoltrato all’Amministrazione, che in risposta ha minacciato i cittadini di sanzione, aggiungiamo la denuncia all’autorità per la concorrenza e il mercato, per pratica commerciale scorretta, in quanto i mastelli, che secondo le istruzioni fornite da Gesenu, dovranno essere lasciati sul suolo pubblico, per tutta la notte, per poi essere ritirati al mattino, possono essere manipolati e quindi non sono in grado di garantire l’utente rispetto all’applicazione della tariffa puntuale, che a breve, per disposto regionale, dovrà essere applicata e che si baserà sul quantitativo (peso) dei rifiuti indifferenziati. Non vorremmo che anche il sistema della tariffa puntuale che avrebbe dovuto essere applicata anni or sono, al fine di favorire i comportamenti virtuosi e riconoscere ai cittadini la giusta premialità, incentivando così anche la quantità e la qualità dei rifiuti inviati a riciclo, fallisca per l’incapacità e l’approssimazione di chi sembra, ad oggi, un dilettante allo sbaraglio”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raccolta differenziata: "Non abbiamo ricevuto alcuna informativa sulla partenza del nuovo sistema"

PerugiaToday è in caricamento