menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Provincia, la mannaia del riordino si abbatte sullo Sportello a 4 Zampe: è rischio chiusura

La riorganizzazione degli uffici dell'ente "promette" di lasciare senza tutela gli animali. La politica chiede mobilitazione. Pronta un'interrogazione al sindaco Romizi

La mannaia è spietata. La mannaia non guarda in faccia a nessuno. Neanche a un tenero cucciolo abbandonato al freddo. Lo Sportello a 4 Zampe della Provincia di Perugia rischia lo smantellamento totale. Il riordino dell’ente e la riorganizzazione rischia di fagocitare la struttura che da anni si occupa della tutela degli amici animali. Ma c’è chi invita i colleghi politici “alla mobilitazione di Istituzioni e cittadini per mantenere in funzione lo Sportello a 4 Zampe”, perché nel tempo “è diventato un vero e proprio faro per tutti coloro che amano gli animali ed hanno a cuore la loro tutela.” Le parole sono quelle del consigliere comunale Pd Emanuela Mori

?“Invito la Regione dell’Umbria, peraltro già investita ufficialmente della questione attraverso una apposita interrogazione, e il Comune di Perugia affinché si attivino per mantenere questa importante struttura che nel corso degli anni, grazie anche alla professionalità e dedizione dei dipendenti, ha di fatto prodotto numeri record in termini di accessi, presenze e richieste di intervento da parte di numerosi proprietari di animali non solo della Provincia di Perugia.” E tira in ballo il Comune di Perugia: “Mi rivolgo al sindaco, alla giunta e al consiglio auspicando per il comune di Perugia un ruolo di ente capofila per mantenere e raccordare le sinergie istituzionali con gli altri comuni su questo servizio particolarmente utile per i cittadini”. Conclusione. “Al di là dell'interrogazione che presenterò, fin da domani, al sindaco Romizi per chiedere quale iniziative intenderà intraprendere a sostegno dello Sportello a 4 Zampe, invito tutte le persone che hanno in comune l'amore per gli animali e la forte sensibilità alla loro tutela a far sentire la propria voce”.

La speranza degli animalisti, aldilà della bagarre politica, è sola una: che si faccia qualcosa, sul serio, per salvare lo Sportello. Fine.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, bonus di 2400 euro: ecco a chi spetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento