Protocollo d'intesa tra Provincia e Poste: renderà più snella la burocrazia

Firmato un protocollo d'intesa tra la Provincia di Perugia e Poste Italiane, che si uniscono per migliorare i servizi ai cittadini e snellire le pratiche burocratiche

Aviano Rossi e Luca Ribechini

Firmato in Provincia un protocollo d’intesa per l’utilizzo della rete di “Sportello amico” di Poste Italiane per il concetto di una “Provincia senza confini” che agevoli e semplifichi i rapporti tra i cittadini e Pubblica Amministrazione Locale.

Tutto questo è alla base del protocollo d’intesa tra Provincia di Perugia e Poste Italiane “per rendere l’offerta di servizi al cittadino più facile ed accessibile”, siglato alla Sala “Pagliacci” della Provincia.

Hanno firmato l’accordo: per la Provincia di Perugia il vicepresidente Aviano Rossi, per Poste Italiane il responsabile Area Territoriale GIPA Centro Nord Luca Ribechini. La cerimonia è stata aperta con i saluti del Presidente dell’Ente Marco Vinicio Guasticchi. Erano presenti anche Danilo Montagano dirigente settore Affari Generali Istituzionali e Legali e Maria Teresa Paris dirigente Servizio Informazione Comunicazione Decentramento.

“Questa collaborazione con Poste Italiane – ha detto Guasticchi – è un tassello molto importante per sburocratizzare le istituzioni. Occorre togliere elementi che frenino la fluidità dei procedimenti e questo si può ottenere con il dialogo tra di esse. Poste Italiane – ha concluso – è un partner di cui ci si può vantare e questo esperimento che parte da Perugia deve essere esteso a livello nazionale”.

“Con questo protocollo – ha detto il vice Rossi – si concretizza il decentramento e con Poste Italiane ci aiuta a fare il salto di qualità per quanto riguarda la modernizzazione dei servizi. L’innovazione non la si può fare da soli ma un’amministrazione che voglia fare questo percorso deve avvalersi di partner”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Mentre Ribechini per conto di Poste Italiane ha sottolineato i punti positivi del recente accordo: “Questa 'Provincia senza confini' permette di interagire con vari soggetti istituzionali, come appunto lo “Sportello Amico” di Poste Italiane, utilizzando questa piattaforma tecnologicamente avanzata che è il fiore all’occhiello dell’azienda. Ricordo tra i servizi offerti – ha aggiunto il responsabile Area Territoriale GIPA Centro Nord – la dematerilizzazione dei documenti con notevole risparmio in termini di tempo e denaro. Poste Italiane – ha concluso - con la firma di questo documento che cade nell’anno dei suoi 150 anni di vita intende rafforzare i servizi per i cittadini orientandosi in special modo verso la pubblica amministrazione”.  

Lo scopo della firma della convenzione è semplificare i servizi richiesti dai cittadini alla Provincia. Per migliorare la qualità dei servizi offerti all’utenza, per il programma una “Provincia senza confini” e la costituzione di una capillare rete di informazione e decentramento dei servizi nel territorio provinciale, la Provincia di Perugia, si avvale della capillare rete di uffici postali contraddistinti  dalla denominazione “Sportello Amico” che intende semplificare i rapporti tra cittadini e pubblica amministrazione.

Nel dettaglio, attraverso questa convenzione si intende: utilizzare attraverso la piattaforma PosteGov, la rete capillare degli uffici postali Sportello Amico nell’ambito del progetto “Reti Amiche”, offre pieno supporto alla PA nel percorso di efficienza e miglioramento dei servizi e di maggiore fruibilità di questi da parte dei cittadini; realizzare un sistema automatizzato per l’accesso alla corrispondenza on line che attraverso un collegamento cd Host to Host, consenta l’accettazione di raccomandate, lettere e telegrammi e altre tipologie di corrispondenza; sviluppare modalità innovative e semplificative per il trattamento e la de materializzazione della corrispondenza (Mail Room) e la relativa conservazione sostitutiva atta a soddisfare le esigenze delle Pubbliche Amministrazioni e delle imprese; ottimizzare l’impiego di sistemi di incasso e rendicontazione delle entrate della Provincia, tramite bollettini premarcati di avvalersi di sistemi di tracciatura automatica del ciclo dei pagamenti in particolare per gli atti giudiziari e l’incasso delle contravvenzioni elevate dalla Polizia Provinciale; migliorare sensibilmente la gestione degli uffici e dei loro procedimenti con particolare riferimento ai tempi e alle risorse impegnate dalla Provincia nell’espletamento dei suoi compiti.



 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Assembramenti e risse in centro e Fontivegge, ordinanza Romizi: chiusura anticipata locali e obbligo mascherine

  • Spettacolo in cielo, le Frecce Tricolori sorvolano Perugia: ecco l'orario

  • Le Frecce Tricolori nei cieli di Perugia, domani il grande giorno per ammirare la pattuglia acrobatica

  • Centro storico, assembramenti notturni in piazza Danti e in piazza IV Novembre: è polemica

  • LA LETTERA al sindaco. Ordinanza: "Non si interviene così: chi ha sbagliato paghi ma senza penalizzare noi commercianti"

  • Ad Umbertide apre un nuovo supermercato: 450 mq e una linea di prodotti tutta made in Umbria

Torna su
PerugiaToday è in caricamento