Maggioranza e opposizioni uniti contro la burocrazia: sì al piano semplificazione Pace-Squarta con emendamento Pd

Alla proposta iniziale di Fratelli d'Italia si è aggiunto anche l'emendamento del Partito Democratico. Ecco la nuova sfida affidata alla Giunta Tesei per rilanciare l'Umbria

Una riforma della burocrazia regionale alla base della ripartenza dopo la grave emergenza sanitaria da coronavirus. Semplificare le procedure e certezze dei tempi: sono le parole chiave per garantire ossigeno e futuro soprattutto alle aziende e liberi professionisti che devono dialogare e collaborare con la Regione. Il consiglio regionale ha recepito questo appello che viene dal basso e così ieri, senza distinzioni politiche, è stata votata all'unanimità la mozione presentata dai consiglieri di Fratelli d'Italia, Eleonora Pace e Marco Squarta: “Un piano speciale per la sburocratizzazione, semplificazione e digitalizzazione quale priorità per la ripartenza”. Una proposta dove l'opposizione ha potuto inserire anche un proprio emandamento - a firma Bori-Meloni - per renderla più efficace. Il capogruppo di Fratelli d'Italia, Eleonora Pace, ha ribadito all'aula che è necessario, ora più che mai, rendere l’interazione tra Istituzioni e società regionale "qualcosa di semplice, veloce ed efficiente". 

La mozione prevede l'aggiornamento e la semplificazione dei testi unici su agricoltura, turismo, commercio, governo del territorio, sanità anche alla luce di questa nuova condizione post-coronavirus e gli effetti negativi sull'economica. Creare linee guida chiare per materie fondamentali come ambiente, digitalizzazione e innovazione della pubblica amministrazione regionale. Sburocratizzare al massimo tutte le norme per le autorizzazioni. Mettere a sistema anche le piccole e medie imprese. attivare politiche innovative per incentivare e non scoraggiare gli investimenti ed operare per un miglior utilizzo delle risorse regionali, nazionali e comunitarie che avremo a disposizione. 

eleonora-pace-1-2"ll rapporto tra impresa e Pubblica amministrazione - ha aggiunto la prima firmataria la capogruppo Pace  - va risolto a favore di un sistema che offra rapidità, semplicità e competenza. Occorrono tempi certi e scadenzati, norme chiare e non discrezionali e dove funzioni, salvo poche e motivate particolarità, il principio del silenzio assenso. Bisognerà pensare a forme di sussidiarietà che comportino una maggior velocità della P.A: molti servizi tradizionalmente offerti dalle amministrazioni pubbliche oggi possono essere garantiti sfruttando le risorse umane, tecnologiche ed il know how del sistema delle imprese e di altri enti. Sarebbe quindi opportuno incoraggiare le partnership di tipo pubblico-privato". La proposta Pace-Squarta prevede anche di promuovere le condizioni per una nuova managerialità delle imprese che sono alle prese con una dimensione troppo piccola favorendo progetti di crescita e dimensionamento attraverso uno sviluppo razionale ed armonico. Puntare su Innovazione, Ricerca, Sviluppo, Formazione ed Istruzione. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lbori-5'emendamento Pd, approvato dall'aula, rafforza il mandato a sburocratizzare che ora passa in mano alla Giunta Tesei: "si impegna l'esecutivo affinché la gestione delle pratiche per l’erogazione di risorse, certificazioni, autorizzazioni, licenze e altro avvenga in maniera più snella e veloce attraverso iter burocratici rispettosi delle normative vigenti e in sinergia con tutti i livelli istituzionali”. Favorevole l'assessore allo sviluppo economico Michele Fioroni: "La certezza di tempi e procedure sono le grandi sfide del nostro territorio, che deve riconquistare la sua attrattività, essere luogo friendly, capace di accompagnare gli investitori in modo semplificato verso le amministrazioni locali. In questo è importante il ruolo delle agenzie. Bene la condivisione di questo atto fra maggioranza e minoranza”. I presupposti ci sono tutti, ora bisogna capire se e quando si passerà dai buoni propositi ai fatti concreti. Le aziende e i cittadini lo chiedono a gran voce e non gradiranno ulteriori delusioni sul fronte della burocrazia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Perugia-Ancona, incidente tra auto e camion: muore 30enne

  • Umbria, incidente lungo la E45: muore motociclista, strada chiusa al traffico

  • Fiera dei Morti, il Comune di Perugia pubblica l'avviso per gli operatori

  • Massacra la madre a furia di pugni e calci, cerca di bruciarla viva e poi scappa: catturato

  • Coronavirus, dopo Eurochocolate anche per i Baracconi altro "No": "Ignorato il nostro piano sicurezza"

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 24 settembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento