Giovedì, 13 Maggio 2021
Politica

Progetto Rocchetta, dissequestrati i terreni dei pozzi. Il sindaco esulta: "I gualdesi vogliono sviluppo, no ricorsi in tribunale"

Ecco cosa cambia nella guerra dell'acqua a Gualdo Tadino. Il sindaco Presciutti punta il dito contro la Comunanza Agraria. Ma c'è ancora uno scoglio da superare: il ricorso al Consiglio di Stato dopo la sentenza pro-Rocchetta del Tar

Un altro punto a favore per il Comune, la Regione e l'azienda Rocchetta, nella complicata battaglia degli attingimenti di acqua ad uso commerciale, arriva direttamente della sezione usi civici della Corte di Appello di Roma, che sospende gli effetti del sequestro dei terreni dove si trovano i pozzi decretati nello scorson gennaio. Una decisione che arriva dopo la sentenza del Tar dell'Umbria che ha dato ragione  a Regione Umbria, Comune di Gualdo Tadino e Rocchetta Spa in fatto di licenze e concessioni. Ad opporsi a questa situazione la Comunanza Agraria dell'Appennino che da tempo, con dossier e ricerche, è convinta della presenza di irregolarità pesanti.

“La decisione presa della sezione usi civici della Corte di Appello di Roma - ha sottolineato il Sindaco di Gualdo Tadino, Massimiliano Presciutti – rappresenta un altro passo in avanti di una vicenda che purtroppo per responsabilità tutte in capo alla ricostruita Comunanza Agraria sta nei fatti impedendo alla città di Gualdo Tadino di cogliere una irripetibile e irrinunciabile opportunità di sviluppo. Auspico ora che venga fissata al più presto l’udienza al Consiglio di Stato, per la quale insieme alla Regione dell’Umbria abbiamo prodotto formale istanza di prelievo. L’interesse collettivo dei gualdesi è quello di riavere l’area della Rocchetta e dell’intera Valle del Fonno più bella e sicura di prima e di ottenere nuove importanti possibilità di sviluppo e non certo continuare l’inutile girovagare per tribunali di vario tipo e specie”.

La Rocchetta ha previsto da tempo un progetto per la riqualificazione delle aree montane della sorgente e il rafforzamento della produzione che, secondo le stime, avrebbe importanti ricadute economiche e lavorative sul territorio. Gualdo Tadino è una delle città più colpite dalla crisi economica dopo la chiusura di grandi fabbriche e di centinaia di partite Iva. E' ripreso il fenomeno addirittura anni '60 della migrazione fuori confine come Lussemburgo, Francia e Svizzera. A questo progetto Rocchetta è legata non solo l'amministrazione comunale ma anche un importante porzione della città - quantificarla non è possibile - che si aggrappa alla multinazionale che rappresenta l'ultimo grande gruppo industriale presente sul territorio. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Progetto Rocchetta, dissequestrati i terreni dei pozzi. Il sindaco esulta: "I gualdesi vogliono sviluppo, no ricorsi in tribunale"

PerugiaToday è in caricamento