rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Politica

Progetto Perugia, la civica più votata di sempre, apre la campagna elettorale: obiettivi, nomi, programmi

Margherita Scoccia: Voglio ringraziare le donne e gli uomini di Progetto Perugia che in questi anni insieme a lei, hanno contribuito a cambiare il volto di questa città invitandoli a proseguire con nuovo slancio ed entusiasmo un percorso che non si deve arrestare”

Progetto Perugia, la lista civica più forte a Perugia negli ultimi 10 anni e fedele alleata del sindaco uscente Romizi, ha ufficialmente aperto la propria terza campagna elettorale (ieri con l'inaugurazione della sede in via XX Settembre) dopo un paio di mesi difficili per il movimento centrista-moderato-cattolico che - corteggiato molto anche da quel Pd moderato e parte del mondo sociale della Chiesa - aveva proposto una sua candidatura a sindaco per tutto il centrodestra. Tutto questo mentre era in campo la candidata Margherita Scoccia, fortemente voluta da Fratelli d'Italia e dal sindaco forzista Andrea Romizi. Trattative difficili, saltate, rotture e addirittura lo spettro di un candidatura autonoma magari alimentando la crescita di un terzo polo. Ma alla fine la lista civica più votata da sempre, guidata da Filippo Calabrese, forse agevolati dalla candidatura a sindaco del centrosinistra della Ferdinandi - donna dichiaratamente di sinistra e che raccoglie il consenso anche della sinistra d'alternativa - Progetto Perugia è tornato ad essere una delle gambe principali della coalizione di centrodestra. L'obiettivo dichiarato è quello di provare ancora una volta ad andare oltre il 10 per cento: da qui il mix dei candidati da mettere in lista per dare la spinta giusta ad una civica che non può contare sui partiti, anche di un importante voto di opinione. Riconfermati i nomi pesanti: Casaioli, Varasano, Cicchi, Puletti, Pici ,.. per dirne alcuni degli uscenti. E poi i nuovi chiamati a dare nuova linfa vitale:  Fioroni, Paganelli, Belladonna, Gianluca Papalini.

Comunali, Progetto Perugia apre nuova sede in via XX Settembre



Ma questi sono solo alcuni nomi in attesa della lista ufficiale. Il comitato elettorale inaugurato ieri si trova in via  in Via XX Settembre, 47 - Perugia e sarà il punto di riferimento per i sostenitori e per coloro che vogliono ascoltare le proposte della lista civica nel corso degli appuntamenti per far conoscere il programma elettorale. Il taglio del nastro è avvenuto alla presenza della candidata Margherita Scoccia cha ha ribadito il massimo rispetto per l'alleato e massima collaborazione per mettere in piedi, in caso di vittoria, un governo cittadino equilibrato, rispettoso del consenso ricevuto e aperto a valutare idee e progetti nuovi. Voglio ringraziare le donne e gli uomini di Progetto Perugia - ha spiegato - che in questi anni insieme a lei, hanno contribuito a cambiare il volto di questa città invitandoli a proseguire con nuovo slancio ed entusiasmo un percorso che non si deve arrestare.”

La parola chiave della campagna elettorale dei civici del porta-voce Calabrese è stata la “concretezza” che è il carattere distintivo "delle azioni di governo che hanno come unica finalità quello di una società giusta, solidale, che possa vivere in una città pulita, decorosa, accessibile, pulsante di vita".  "In ultimo la cosa più importante - hanno spiegato i vertici di Progetto Perugia - come premessa dell’azione politica: alla base di ogni progetto devono essere individuate le situazioni più fragili ed i soggetti più deboli, quelli che magari non hanno voce, per poter commisurare e calibrare, quanto più possibile,  programmi e progetti alle loro esigenze ed alle loro condizioni. Questo per noi di “PROGETTO PERUGIA” è il paradigma che caratterizza tutte le strategie di governo, la prima garanzia per una città aperta, amica e solidale". Lo slogan scelto per questa campagna elettorale: decidi tu quale Perugia! Tra le proposte che stanno facendo più discutere c'è la questione criminali: "La sicurezza dei cittadini di Perugia è una priorità assoluta. Per garantire un intervento efficace e tempestivo, proponiamo l'istituzione di un Assessorato esclusivamente dedicato alla sicurezza. L'Assessore sarà scelto in base alle sue competenze comprovate nel settore e sarà il punto di riferimento per tutte le questioni legate alla sicurezza cittadina di tutto il comune".

E su il Welfare: "Dobbiamo puntare su un welfare territoriale e tecnologico che promuova la partecipazione e la solidarietà, creando un tessuto sociale più resiliente. Questo significa investire nelle comunità locali, valorizzando le risorse umane e promuovendo iniziative che favoriscano l'inclusione sociale e la cooperazione reciproca. Il welfare comunitario non riguarda solo la distribuzione di risorse materiali, ma anche la costruzione di legami solidi e la creazione di reti di supporto che possano sostenere le persone nei momenti di difficoltà. Il tutto attraverso una maggiore partecipazione e collaborazione, possiamo costruire una società più equa e inclusiva per tutti". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Progetto Perugia, la civica più votata di sempre, apre la campagna elettorale: obiettivi, nomi, programmi

PerugiaToday è in caricamento