rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Politica

Primarie, Bottini si dimette e attacca gli sponsor istituzionali dei suoi rivali

Il segretario regionale del Pd, Lamberto Bottini, arrivato sesto su sette candidati alle primarie Pd, si è dimesso: "Sui risultati hanno influito chi stava nelle istituzioni locali"

Lamberto Bottini si è dimesso dalla carica di segretario regionale del Pd dopo i dati - ancora non ufficiali - delle primarie per il Parlamento che lo hanno visto finire al sesto posto su sette candidati in provincia di Perugia. Non ha retto alla delusione e anche ai troppi accordi elettorali che non sono stati rispettati all'interno dell'area dei bersaniani. Si è consolato soltanto - dicono gli ambienti dei soliti beni informati - per l'ottimo esito della macchina organizzatrice regionale che ha retto senza un problema dal 25 novembre al 29 novembre.

E se ne va anche un duro colpo di sciabola verso certi amministratori che hanno utilizzato la loro posizione istituzionali (e quindi anche le strutture e le loro cariche di prestigio) per fare la campagna elettorale a favore dei loro candidati non potendosi candidare loro per i vincoli previsti dalla primarie del Pd (salvo deroghe date a pochi sindaci e presidenti vari). "In occasione di queste primarie, si manifesta, infatti, con chiarezza - secondo Bottini - un atteggiamento protagonista e pervasivo di alcuni vertici istituzionali che hanno giocato una partita, dal mio punto di vista discutibile per il ruolo di governo che compete alle istituzioni, che ha influito in maniera decisiva sui risultati della consultazione".

Chiaro il messaggio. Ma chi a chi è rivolto? Si parla di liti e attacchi tra ieri notte e questa mattina. Sta di fatto che candidati come Giulietti e Cardinali erano vicini alla Presidente Marini e ai sindaci influenti come Boccali e Todini. Dello stesso si può dire del Presidente della Provincia di Perugia Marco Vinicio Guasticchi che ha portato prima il sindaco di Citerna Falaschi e ha fatto l'accordo con il popolare Gianpiero Bocci arrivato in prima posizione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primarie, Bottini si dimette e attacca gli sponsor istituzionali dei suoi rivali

PerugiaToday è in caricamento