rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Politica

In 500 del Pd vogliono "pensionare" Boccali: Fioroni c'è, primarie il 9 marzo

L'ex senatrice Anna Rita Fioroni ha presentato quasi 500 firme degli iscritti Pd che chiedono le primarie e sostengono la sua candidatura. A questo punto non si può tornare indietro. Il 9 marzo le urne salvo clamorose decisioni. E si attende il candidato di sinistra...Vinti?

Il nove marzo, salvo clamorose contestazione, i cittadini di Perugia che votano il centrosinistra andranno alle urne per scegliere il candidato a sindaco che dovrà poi correre contro tutte le altre coalizioni il prossimo 25 maggio. Il sindaco uscente Boccali ha una sfidante ufficiale già ampiamente annunciata. L'ex senatrice Anna Rita Fioroni ha presentato questa mattina le firme per chiedere le primarie come previsto dallo statuto del Pd. Quasi 500 firme di iscritti al Pd che non vogliono la riconferma della candidatura dell'attuale sindaco. 

“Le quasi 500 firme - ha scritto l'ex senatrice Fioroni, area renziana - depositate sono l’evidente volontà dei cittadini iscritti di sentirsi protagonisti e artefici di un cambiamento che per noi nasce e si svilupperà sempre attraverso un ascolto attivo e partecipe, poiché crediamo che il  ruolo delle rappresentanze deve dimostrare nei fatti la sua vitalità propositiva, la forza di un cambiamento possibile e vincente”. 

C’è orgoglio e soddisfazione nelle parole della candidata Fioroni: “Sono convinta – ha dichiarato Fioroni – che le Primarie che hanno portato Matteo Renzi ad essere eletto prima Segretario del suo partito, oggi prossimo alla guida del Governo,  rappresentino uno strumento imprescindibile di dialettica democratica, di legittimazione politica, di trasparenza, rispetto  e correttezza per i cittadini, l’unico in grado di seguire una logica espansiva e non restrittiva. Avvieremo un percorso di  rinnovamento con la convinzione che la trasformazione di questa città non può avvenire senza consapevolezza ma neppure senza entusiasmo. Lo faremo con coraggio, con un atteggiamento positivo e propositivo, convinti che i cittadini abbiano bisogno più di proposte e  di risposte che di atti denigratori, di ritrovare slancio e fiducia verso un nuovo progetto di città che guardi al futuro. Lo faremo con determinazione per rilanciare una nuova stagione di cambiamento, per affrontare di petto le sfide del lavoro, della ripresa economica e della competitività che un territorio come quello di Perugia merita  da tempo”.  

E domani - 21 febbraio - la sfidante incontrerà la stampa per parlare soprattutto del suo programma per rinnovare Perugia e cercare un cambio di marcia sulla gestione della città. Nelle prossime ore si attendono altri candidati spuntare da sinistra in vista delle primarie del centrosinistra: un uomo di sinistra - Stefano Vinti in pole - e forse anche un indipendente di area Pd. Tutto è in movimento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In 500 del Pd vogliono "pensionare" Boccali: Fioroni c'è, primarie il 9 marzo

PerugiaToday è in caricamento