Zaffini attacca Conte: “L'incapacità del Governo blocca la ricostruzione in Umbria”

Il senatore e Coordinatore Regionale dell'Umbria di Fratelli d'Italia: "Non è stato previsto il rinnovo della concessione per la gestione delle macerie"

La ricostruzione si sta trasformando in un miraggio. È quanto sostiene il senatore di Fratelli d'Italia e coordinatore regionale dell'Umbria Franco Zaffini in merito alle modifiche apportate dal Decreto Sisma e dalla Legge di Bilancio in tema di ricostruzione, su cui ha presentato un'interrogazione urgente al Governo: “Il Governo Conte si rende protagonista dell'ennesima figuraccia ai danni delle popolazioni delle aree colpite dal sisma del 2016 di Umbria e Marche, che allunga ulteriormente i tempi di un miraggio chiamato RICOSTRUZIONE!”.

Secondo il senatore Zaffini “nei testi appena licenziati dalle Camere è stata inserita la proroga temporale dello stato di emergenza post-sisma e contestualmente prorogato anche il termine per la raccolta e lo smaltimento delle macerie, ma incredibilmente non è stato previsto il rinnovo della concessione per la gestione dei siti temporanei in cui le macerie vengono lavorate e recuperate. In pratica, le macerie si possono raccogliere, ma non si possono trattare, bloccando di fatto qualsiasi intervento di ricostruzione”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per l’esponente di Fratelli d’Italia “la Regione Umbria, che si è trovata costretta in via d'urgenza a sospendere sino a fine marzo il servizio affidato alla società Vus, è ancora in attesa che il Governo risponda alla sollecitazione inviata per procedere alla modifica della normativa, ma ad oggi da Palazzo Chigi nessuna risposta . Un silenzio inaccettabile che costituisce l'ennesima prova dell'incompetenza di un Esecutivo che sta arrecando danni gravissimi all'intero Paese - continua Zaffini - ed ancora di più a scapito di popolazioni già fortemente provate da anni di difficoltà, ritardi burocratici e di promesse disattese, che non meritano di venire ulteriormente danneggiate dall'incapacità di chi ci governa. Tra una passerella e l’altra il professor Conte si dia una svegliata e si occupi di una materia la cui delega ha voluto, inopportunamente, tenere per sè”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Perugia-Ancona, incidente tra auto e camion: muore 30enne

  • I migliori ristoranti di Perugia, la classifica dei primi dieci

  • Umbria, follia al supermercato: gira senza mascherina e prende a testate l'uomo che gli chiede di indossarla

  • Umbria, incidente lungo la E45: muore motociclista, strada chiusa al traffico

  • Un'azienda perugina protagonista al matrimonio vip di Elettra Lamborghini sul Lago di Como

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 29 settembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento