menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Tari 'salata' ricompatta il centrosinistra a Perugia. "Romizi non mantiene le promesse elettorali"

Dal Pd ai civici, dai socialisti ai comunisti, di nuovo uniti dalla batosta elettorale delle comunali. La coalizione: "Smetta di latitare e inizi a governare"

Il centrosinistra, inteso come coalizione allargata, torna a muoversi insieme a Perugia dopo la batosta delle ultime comunali. Una nota condivisa contro l'amministrazione comunale, dopo gli aumenti della Tari, non solo a firma delle uniche due forze politiche sopravvissute in consiglio comunale - Pd e la civica dell'ex candidato Giubilei - ma anche a Articolo Uno – Perugia, Associazione Radicali Perugia, La Sinistra per Perugia, Partito della Rifondazione Comunista di Perugia, Partito Socialista di Perugia, Perugia Città in Comune, Sinistra Italiana. Una unità che fa notizie. Manca solo il Movimento 5 Stelle e si potrebbe parlare dello schema del Patto Civico delle ultime regionali. Marciare uniti per colpire uniti: obiettivo il sindaco Romizi dopo la tassa Tari e la mancata promessa elettorale di abbassarla. 

"In questi giorni ai cittadini di Perugia vengono recapitate le bollette di conguaglio della Tari per l’anno 2020. La tariffa risulta maggiorata, mediamente, del 6-7% rispetto all’anno precedente, con la parte fissa, quella graduata in funzione della superficie e del numero dei componenti il nucleo familiare (cioè quella che incide maggiormente sul costo finale) che è aumentata del 15%. Un aumento, insomma, che sta colpendo fortemente le tasche dei perugini, in un anno già di per sé difficile e complicato, da tutti i punti di vista, compreso quello economico, rispetto al quale andavano date risposte diverse".

Il centrosinistra allargato boccia anche gli sgravi post-covid che sono stati istituiti dalla macchina comunale: "I pochi sgravi effettuati non sono stati coperti dal Comune di Perugia tramite il bilancio, ma saranno ripagati dai cittadini, con un ulteriore aumento della tariffa a partire dal prossimo anno. Sgravi, oltretutto, che saranno attuati anche nei confronti di alcune attività che non stanno sentendo la crisi e che non ne hanno bisogno, come gli istituti di credito o le agenzie pubbliche". 

Dopo l'attacco, la proposta: quella di introdurre per la la tariffa puntuale dei rifiuti, al fine di garantirà equità per tutti i cittadini. "Il Sindaco Romizi la smetta di latitare e inizi a governare, finché è in tempo. Dia un segnale ai cittadini, basta con la propaganda e avanti con interventi a tutela delle persone".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento