rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024
Politica

Elezioni, Francesca Tizi del M5s: “Abbiamo concrete possibilità di cambiare Perugia perché corriamo uniti”

Il bilancio del mandato della consigliera comunale tra opposizione e azione

Francesca Tizi, consigliera del Movimento 5 Stelle, ha concluso il suo mandato al consiglio comunale di Perugia con una conferenza che ha segnato anche la sua ricandidatura per le elezioni di giugno, come capolista del gruppo pentastellato. 

“Rispetto al passato abbiamo delle concrete possibilità di cambiare Perugia e sono possibilità che nascono perché corriamo uniti in una coalizione progressista che vede Vittoria Ferdinandi come candidata sindaca. La sua candidatura può fare la differenza e cambiare la nostra città” ha sottolineato Tizi. 

Durante il suo mandato dal 2019 al 2024, la consigliera ha lavorato intensamente presentando 130 atti legislativi, tra ordini del giorno, mozioni e proposte di deliberazione. Il suo impegno quotidiano, sia nell’ambito istituzionale che nel dialogo con i cittadini e le associazioni, ha toccato vari ambiti, dall’ambiente fino alle infrastrutture. Ha posto particolare enfasi su progetti significativi per l’identità di Perugia, come il mercato coperto, l’ex cinema Turreno e il sistema di trasporto Brt.

“Numerosi atti che ho presentato sono stati accolti a maggioranza, molti anche all’unanimità, purtroppo poi è mancata la fase attuativa: in quanto dell’opposizione, buona parte di queste proposte, è finita in un cassetto. - continua Tizi - Questo è frustrante è vero, ma per fortuna c’è l’apprezzamento per il lavoro svolto da parte dei singoli cittadini, la gratitudine mostratami per aver parlato del loro singolo problema”.

Nel suo discorso ha dunque sottolineato la possibilità di un cambiamento significativo per Perugia, grazie all’unione della coalizione che sostiene Vittoria Ferdinandi come candidata sindaca. Secondo Tizi, la candidatura di Ferdinandi rappresenta una speranza di rinnovamento per la città, attualmente logorata e affaticata non solo dalle decisioni dell’amministrazione uscente, ma anche dall’inerzia su questioni irrisolte. Ha evidenziato l’importanza di un nuovo approccio basato sull’ascolto dei cittadini, considerando la mancanza di comunicazione un punto critico dell’attuale amministrazione, che ha lasciato irrisolti problemi come il traffico, le lunghe attese nel sistema sanitario e in ultimo l’aumento del 7% della Tari, nonostante la riduzione del servizio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, Francesca Tizi del M5s: “Abbiamo concrete possibilità di cambiare Perugia perché corriamo uniti”

PerugiaToday è in caricamento