rotate-mobile
Politica

Elezioni a Perugia, Federfarma incontra i candidati sindaco: "Da ognuno di voi ci aspettiamo il massimo"

Baiocco: “Voglio dire che mi fido ciecamente di Vittoria, Margherita, Leonardo e Massimo e confido nel fatto che siano come me scevri dall’interesse della poltrona”

In questo lunedì 20 maggio i candidati alla carica di sindaco di Perugia sono stati invitati nella sede di Federfarma per un pranzo che ha favorito il dialogo e lo scambio di idee. L’evento ha visto la partecipazione di Massimo Monni, Davide Baiocco, Leonardo Caponi, Vittoria Ferdinandi e Margherita Scoccia, quest’ultima arrivata successivamente, che hanno colto l’occasione per condividere le loro visioni sul settore sanitario e farmaceutico.

A pancia piena ogni candidato si è presentato e ha illustrato le proprie iniziative per la sanità. A fare gli onori di casa Lodovico Vitali, presidente di Federfarma Perugia, e il consigliere Augusto Luciani. 

Vitali ha evidenziato l’importanza di questi incontri per rafforzare la collaborazione tra il settore politico e quello lavorativo, mettendo in luce l’impegno di Federfarma nel territorio e ricordando la campagna contro la violenza sulle donne e altre iniziative di prevenzione. Ha chiesto ai futuri eletti un impegno alla collaborazione con Federfarma e Luciani, da parte sua, ha espresso grandi aspettative nei confronti di ogni candidato: “Da ognuno di voi ci aspettiamo il massimo” ha sottolineato. 

Tutti e cinque i candidati, ognuno con le rispettive sfumature, si sono dimostrati disponibili nei confronti della richiesta di collaborazione, riconoscendo nelle farmacie una risorsa territoriale indispensabile. 

Caponi è stato il primo a prender parola e dopo aver manifestato una visione critica verso la gestione attuale della città di Perugia, opponendosi a progetti come l’arena Curi e il raddoppiamento di Collestrada, ha detto: “Se il sistema sanitario non funziona adeguatamente è a causa dei tagli operati nel settore. L’eccessiva liberalizzazione ha indebolito la vostra professione” rivolgendosi al presidente. Ha poi aggiunto che una riorganizzazione funzionale potrebbe essere la soluzione adeguata. Infine, ha espresso il suo impegno, qualora venisse eletto, di mantenere un rapporto costante e duraturo con la categoria professionale in questione.

Federfarma incontra i candidati

Ferdinandi ha parlato delle farmacie come pilastri della salute pubblica e della sicurezza sanitaria soprattutto nelle zone periferiche e ha evidenziato la necessità di riformare l’Afas per garantire una gestione più trasparente ed efficiente. Ha inoltre enfatizzato il ruolo delle farmacie nell’offrire servizi di prevenzione e controllo, come gli screening cardiovascolari. 

Baiocco si è pronunciato sull’epigenetica e di come possiamo influenzare la nostra salute attraverso cambiamenti positivi nello stile di vita in base all’analisi dei geni. Aggiunge che senza affrontare i problemi fondamentali che influenzano la nostra serenità e felicità, è difficile immaginare un futuro migliore.
Poi si toglie qualche sassolino della scarpa e racconta: “Al confronto alla sala dei Notari qualcuno ha sghignazzato quando annuivo ad alcune questioni che trattavano gli altri candidati. Io penso che tutti siano guidati dal principio base del bene e dell’amore per la propria città. Ormai non ci fidiamo più delle persone e io voglio invece dire che mi fido ciecamente di Vittoria, di Margherita, di Leonardo e di Massimo, e confido nel fatto che siano come me scevri dall’interesse della poltrona, dall’interesse economico, ma abbiano come unico interesse quello per la città” ha concluso Baiocco. 

Monni esprime delusione per la mancanza di impatto e progettualità dell’amministrazione attuale, parlando della necessità di una riorganizzazione che riduca la burocrazia e incrementi l’efficienza anche per ciò che concerne la sanità. Inoltre, ha evidenziato l’importanza di affrontare le problematiche ambientali e sanitarie con un impegno costante nel monitoraggio e nella tutela della salute dei cittadini. 

Scoccia ha concluso l’intero evento ponendo l’accento sul ruolo centrale delle farmacie come servizi essenziali e punti di riferimento per la prevenzione e il benessere della comunità, sostenendo la necessità di una collaborazione tra le farmacie comunali e private per ottimizzare i servizi offerti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni a Perugia, Federfarma incontra i candidati sindaco: "Da ognuno di voi ci aspettiamo il massimo"

PerugiaToday è in caricamento