Condivide il post "Sono razzista e me ne vanto", bufera in Consiglio su un consigliere di maggioranza

Mozione di censura del Pd nei confronti del leghista Bonifazi che spiega: "Un errore"

Un minuto di raccoglimento per onorare la memoria di Piero Terracina, uno degli ultimi sopravvissuti ai campi di concentramento, e cittadino onorario di Perugia. Poi il consiglio comunale si accende. Con una mozione di censura proposta dalla capogruppo del Pd, Sarah BIstocchi. Destinatario della censura, il consigliere della Lega, Davide Bonifazi e il post che ha pubblicato. Una grafica che sottolinea "Sono razzista. Sì sono razzista e me ne vanto". E poi prosegue in una sorta di paradosso che spiega l'attaccamento e sostegno all'italianità, dalla cucina al rispetto delle leggi, a costo, per questo, di essere additato come razzista. 

Un paradosso che ha, però, portato l'opposizione a chiedere le scuse del consigliere o le sue dimissioni, evidenziando, ha sottolineato Bistocchi, l'impossibile convivenza tra le posizioni espresse via social da Bonifazi e il consiglio comunale, alla luce, tanto più, delle recenti prese di posizione, tra cui l'ipotesi di cittadinanza onoraria a Liliana Segre. 

Bonifazi, nella sua replica, ha spiegato che il post rientrava in una conversazione che, di fatto, gli è sfuggita di mano nei termini.

bonifazi-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boato nella notte, salta in aria la vetrina del negozio di Acqua&Sapone di Madonna Alta

  • Carrefour sbarca in Umbria: ecco quanti saranno i punti vendita

  • Pranzo della Comunione per 60 persone, ma nessuno paga il conto: nonno sotto processo

  • Schianto in galleria: grave una mamma, ferite lievi per i figli che viaggiavano con lei

  • Umbria, dal fiume Nera riemerge un cadavere: indagini in corso

  • Schianto tra una moto e una bicicletta: ciclista muore in ospedale

Torna su
PerugiaToday è in caricamento