Domenica, 21 Luglio 2024
Politica

Perugia, Vittoria Ferdinandi al primo giorno da sindaca: "Unità, partecipazione e trasparenza"

La sindaca: “Ho l’onore di essere la prima donna sindaca di questa città e questo mi riempie di orgoglio e senso di responsabilità”

Non poteva che arrivare a Palazzo dei Priori sorridente, con quel sorriso che non è mai scomparso dal suo viso durante tutta la campagna elettorale. La sindaca di Perugia, Vittoria Ferdinandi, oggi mercoledì 26 giugno, indossa quella fascia tricolore che lei stessa ha definito un simbolo di unione che lega tutti quanti. Per un attimo si siede alla scrivania del suo ufficio, l'appartamento della sindaca. Qualcuno le chiede se ha dormito questa notte ma è ovvio che non ha chiuso occhio perché i suoi pensieri erano rivolti al futuro della città.

Poi, nella sala rossa, accoglie cittadini, figure istituzionali e giornalisti ai quali dedica le prime parole: “Ringrazio le operatrici e gli operatori della stampa con l'augurio e la speranza che anche nei prossimi cinque anni il nostro possa essere un rapporto di trasparenza, coerenza e lealtà. Speriamo di poter restituire una politica arricchita dallo sguardo di un giornalismo trasparente, una politica che possa tornare a essere interrogata apertamente in un rapporto virtuoso e proficuo”.

Primo giorno di Vittoria Ferdinandi da sindaca

Non perde tempo nel dire che c'è la necessità, per la maggioranza e l'opposizione, di lavorare insieme per il bene comune, in linea con quanto concordato durante la telefonata con Margherita Scoccia. La prima cittadina ha sottolineato che la nuova amministrazione non sarà quella del “no” ma sarà orientata al dialogo e alla collaborazione. Ha assicurato che rispetterà i tempi istituzionali per la presentazione del consiglio comunale e della giunta, bilanciando competenza, rispetto e lealtà verso le forze che hanno costituito l’alleanza e i cittadini che l’hanno portata alla vittoria.

Poi, ricordando con orgoglio di essere la prima donna a ricoprire questa carica a Perugia, spiega: “Ho l’onore di essere la prima donna sindaca di questa città e questo mi riempie di orgoglio e senso di responsabilità perché è un altro passo che il popolo del femminile compie per sfondare quel tetto di vetro che per troppo tempo ci ha tenute lontano da quelli che sono i ruoli fondamentali all'interno del dibattito pubblico. - continua Ferdinandi - Io vi faccio una promessa solenne, la nostra sarà un amministrazione che si occuperà in maniera sostanziale e reale delle tematiche di genere ma lasciatemelo dire, io rappresento anche una generazione a cui sono così felice di aver riaperto le porte. La stagione degli stagisti, la generazione dei portaborse e la generazione di quelli per i quali non basta mai, è finita”. 

Rivolgendosi ai cittadini promette di essere la sindaca di tutti e tutte, iniziando un processo di ricucitura della città. Ha parlato dell'importanza di non adottare posizioni ideologiche rigide ma di affrontare le progettualità con mente aperta e spirito di collaborazione. Dopo la conferenza ha previsto di iniziare immediatamente le ricognizioni necessarie, che richiedono un approfondimento particolare in seguito al cambio di amministrazione.
Con queste parole e queste promesse Vittoria Ferdinandi ha iniziato ufficialmente il suo mandato, con l'intenzione di costruire un futuro basato su unità, partecipazione e trasparenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perugia, Vittoria Ferdinandi al primo giorno da sindaca: "Unità, partecipazione e trasparenza"
PerugiaToday è in caricamento