rotate-mobile
Politica

Perugia, respinto l'odg delle opposizioni: "no" in Comune all'apertura notturna del Minimetrò

Non passa la proposta di alcuni gruppi di minoranza in Consiglio: secondo la maggioranza e la giunta non è al momento attuabile

Il consiglio comunale di Perugia dice 'no' all'apertura notturna del Minimetrò. È stato infatti respinti con 9 voti a favore e 20 contrari l’odg di alcuni gruppi di minoranza, che nell'atto presentato considerano gli orari attuali del principale mezzo di collegamento per il centro storico (dalle 7.00 alle 21.05 nei giorni feriali, dalle 9.00 alle 20.45 la domenica e nei giorni festivi) incompatibili con quelli di una città che vorrebbe fare del turismo un volano di crescita e sviluppo.

È evidente, secondo loro, che l’apertura prolungata del Minimetrò durante le ore notturne garantirebbe non solo un migliore accesso all’acropoli da parte dei cittadini, ma agevolerebbe la permanenza dei turisti nella nostra città dopo la difficile fase pandemica che ha caratterizzato sia il 2020 che la prima parte del 2021, con un'estate che sta facendo una timida ripartenza di una parte dell’economia della città, quella appunto legata al turismo. In questo contesto - hanno aggiunto - non viene certo d’aiuto alla città la prassi, ormai instaurata da anni, della chiusura della struttura per gran parte del mese di agosto, al fine di effettuare la manutenzione.

Per questo hanno così deciso di presentare l’odg per impegnare l’amministrazione a pianificare, anche tramite la riorganizzazione degli orari di funzionamento, l’apertura notturna del Minimetrò almeno nei fine settimana primaverili ed estivi, così da agevolare l’ingresso dei cittadini e dei tanti turisti presso il centro storico, incentivando oltretutto il trasporto pubblico tramite la mobilità alternativa, anziché i mezzi privati.

Nel dibattito, è intervenuto un consigliere di maggioranza a spiegare che già nella precedente amministrazione sono state fatte delle sperimentazioni per aperture straordinarie, di notte e nei fine settimana, che però non hanno dato l’esito sperato. Ciò che invece sarebbe necessario è dare attuazione al PUMS nel quale c’è già una pianificazione del trasporto pubblico locale nella quale è inserito anche il Minimetrò.

Da parte della giunta è stato, peraltro, ribadito che se da un lato la programmazione del TPL va rivista, al momento le misure richieste dall’ordine del giorno non sono attuabili, in considerazione anche del fatto che i flussi turistici a cui si è assistito in città negli ultimi due anni sono straordinari, legati alla situazione pandemica, ma sarà necessario valutare le misure da adottare quando la situazione sarà tornata a livelli di normalità. Al termine della discussione l’atto è stato dunque respinto con 9 voti a favore (opposizioni), 20 contrari (maggioranza).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perugia, respinto l'odg delle opposizioni: "no" in Comune all'apertura notturna del Minimetrò

PerugiaToday è in caricamento