menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Percorso Verde, botta e risposta tra il Pd e la Giunta. "Serve piano straordinario". "Ecco tutti gli interventi"

Passa l'ordine del giorno del partito democratico per nuovi interventi. Il vice-sindaco Barelli ha il punto su quello fatto e ciò che dovrà fare

Per un solo voto a favore in più è passato in consiglio comunale l'ordine del giorno delconsigliere PD Tommaso Bori relativo alla sistemazione dell’area verde di Pian di Massiano, per la quale il consigliere ha chiesto al comune di elaborare un piano di lavori per censire e sistemare, nel più breve tempo possibile, le criticità presenti al fine di garantirne l’utilizzo a tutti i cittadini. Secondo Bori, infatti, molti cittadini segnalano che panchine, giochi per bambini e altre strutture ancillari al parco risultano danneggiate ed inutilizzabili, quando non addirittura pericolose per i fruitori del parco; le targhe, utilizzate per la misurazione delle distanze o per indicare gli esercizi da svolgere all’interno del percorso vita, risultano divelte, danneggiate ed illeggibili.

Situazione difficile anche per l’area del laghetto che necessita di un radicale intervento di sistemazione per rendere migliore il flusso delle acque sia in entrata che in uscita. "Un altro problema riguarda anche le auto che vengano parcheggiate all’interno del parco, soprattutto nella zona del campo da baseball confinante con la strada, a causa degli ampi tratti della staccionata caduti per la mancanza di manutenzione.

Dettagliata la replica del Vice Sindaco e assessore all’Ambiente Urbano Barelli, che ha ricordato come sia stata migliorata l’illuminazione dell’area e si stia procedendo all’installazione della nuova illuminazione prevista dalla convenzione con Citelum, che sarà inaugurata a settembre con il coinvolgimento delle associazioni sportive che fruiscono dell’area. Ha, inoltre, ricordato che per far fronte al problema dei topi l’amministrazione già lo scorso 25 luglio ha proceduto, con un intervento immediato, ad un affidamento urgente alla stessa impresa che svolge il servizio, al fine di procedere ad una derattizzazione straordinaria dell’area stessa.

“A Pian di Massiano come in altri parchi - ha sottolineato, ancora, Barelli - c’è un problema di sicurezza, che comunque è un problema diffuso in tutto il Paese, ma grazie alla sempre più stretta collaborazione con le forze dell’ordine, che si va ad aggiungere alla vigilanza sociale svolta dalle associazioni, si sta operando per trovare una soluzione anche questa criticità. Stiamo inoltre verificando - ha annunciat o- l’ipotesi di dividere l’area verde di Pian di Massiano in quattro zone, funzionali a quattro aziende partner, che si faranno carico del decoro e della manutenzione dell’area, sulla base della positiva esperienza delle rotatorie. Insomma, su Pian di Massiano  stiamo lavorando perchè l’area sia restituita a quella qualità che di certo non abbiamo ereditato”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, Assisi in lutto: è morto Mauro Venarucci

Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento