menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pd, il giorno dopo le primarie: Zingaretti stravince, ecco i delegati umbri all'Assemblea nazionale

Undici per il nuovo segretario nazionale, tre per Martina e tre per Giachetti: tutti i nomi

Il giorno dopo le primarie c'è l'elenco dei delegati dell'Umbria all'assemblea nazionale del Pd. E Zingaretti (col 62,83%) prende (quasi) tutto: undici nomi sui 17 previsti. Tre a Martina (21,09%) e altri tre a Giachetti-Ascani (16,08%). E' il conteggio ufficoso dopo i 30581 voti validi registrati, ma è praticamente fatta.
Quindi, con ordine. Per il segretario nazionale, tra Perugia e Terni, vanno Tommaso Bori, Valeria Cardinali, Stefano Coppetti, Cristina Tufo, Giovanni Patriarchi, Catia Massetti, Daniele Benedetti, Morena Bigini, Fabio Paparelli, Martina Mescolini, Francesco De Rebotti. 

Per Maurizio Martina, con due liste divise che hanno fruttato 6450 voti, dentro Alessia Dorillo, Luca Barberini e Valdimiro Orsini.

Per Roberto Giachetti (e Anna Ascani), 4918 voti, infine, vanno all'assemblea nazionale Irene Pula, Andrea Vannini e Francesca Vagniluca. 

La presidente regionale Catiuscia Marini (schierata con Martina) analizza su Facebook il giorno delle primarie Pd: "30.725 cittadini in Umbria hanno preso parte alle Primarie del Pd. C'è consapevolezza che senza il Pd non c'è centrosinistra ne' alternativa al governo e alla Lega". E ancora: "Ha vinto con una netta affermazione Nicola Zingaretti che ora avrà il compito faticoso di guidare il Partito nei prossimi anni. Avremo subito due appuntamenti decisivi quali le europee e le elezioni amministrative, avremo bisogno di progetti e persone, di fiducia, di innovazione. Nicola Zingaretti ha rassicurato gli iscritti e gli elettori, in particolare quelli della nostra storia di sinistra e centrosinistra. Ora dobbiamo conquistare i più giovani e quei cittadini che pur insoddisfatti di questo Governo vedono nella Lega l'alternativa. Io sono nel Pd perché credo ad un partito riformista, progressista e di governo, più propenso ad innovare che prediligere l'identità ideologica di appartenenza. 
Ho sempre rispettato i congressi,i risultati delle primarie e sostenuto i segretari democraticamente eletti. Lo farò ancora, guardando al futuro senza denigrare quello che abbiamo fin qui fatto. Buon lavoro al Segretario Zingaretti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, bonus di 2400 euro: ecco a chi spetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento