rotate-mobile
Politica

"Neanche Hitler è riuscito a risolvere il problema dei Rom", la frase choc costa il posto all'assessore

Il sindaco di Orvieto accetta le dimissioni di Gnagnarini dopo la frase choc su Facebook

L’evocazione di Hitler su Facebook gli è costata il posto. Il sindaco di Orvieto, Giuseppe Germani, ha accettato la remissione delle deleghe dell’ex Assessore, Massimo Gnagnarini. La frase incriminata è quella sui Rom e “sullo zio Adolf”. Una grandinata di critiche e polemiche, terminata con le deleghe prese in carico dal primo cittadino.

“Come Sindaco di Orvieto – spiega Germani – sento il dovere di tutelare i valori che la nostra Città ha sempre espresso nella sua lunga storia, pertanto ho accettato le dimissioni dell’Assessore Gnagnarini dopo la remissione, da parte sua, delle deleghe che gli avevo conferito ad inizio del mandato. Desidero anche chiedere scusa a qualsiasi soggetto che si è sentito toccato nella propria sensibilità dalla frase espressa da Massimo Gnagnarini”.

E ancora: “Ho comunicato all’ex Assessore tale decisione esprimendogli anche il mio apprezzamento politico, umano ed amministrativo per il lavoro che in questi anni abbiano svolto insieme. Nei prossimi giorni lo incontrerò personalmente per continuare comunque il nostro rapporto personale ed umano che va oltre l’incarico amministrativo.  Assumerò personalmente le deleghe che egli aveva portato avanti in questi anni con grandi risultati”. Verba volant, scripta manent. In tutti i casi.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Neanche Hitler è riuscito a risolvere il problema dei Rom", la frase choc costa il posto all'assessore

PerugiaToday è in caricamento