menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dopo la Giunta Tesei, anche l'opposizione (unita) si organizza: portavoce, commissioni e ruoli

Gli esponenti del Pd, 5 Stelle e civici hanno deciso la loro organizzazione interna per i prossimi 5 anni di consiglio regionale

Dopo le giornate campali per il centrodestra più civici, per la prima volta alla guida della Regione, con tanto di insediamento della Giunta Tesei e l'elezioni di oggi dell'esponente di Fratelli d'Italia, Marco Squarta, neo-presidente del consiglio regionale, anche le opposizioni del fu Patto Civico (Pd-5 Stelle e Civici) si sono riorganizzate in previsioni di 5 anni di controllo e proposte di legge.

La riunione congiunta ha partorito i nuovi assetti: vicepresidente del consiglio regionale Simona Meloni (Pd), la presidenza del Comitato di controllo e garanzia verrà attribuita a Thomas De Luca (5 Stelle), Andrea Fora sarà proposto vicepresidente nella istituenda Commissione Statuto e riforme mentre Donatella Porzi verrà proposta vicepresidente in Commissione antimafia e anticorruzione. Il portavoce, dopo il no dell'ex candidato alla presidenza, Vincenzo Bianconi, sarà invece l'esponente del Pd, Fabio Paparelli, ex assessore e per alcuni mesi presidente reggente della Giunta regionale.

Intanto, Bianconi ha annunciato il suo primo impegno in consiglio: “Confermo il mio primo impegno preso in campagna elettorale: essere il primo promotore di una legge di democrazia partecipativa, spero con il sostegno di tutta l'Assemblea Legislativa. L'Umbria ha bisogno di rimettere al centro i cittadini e i territori per rincorrere il futuro. Dobbiamo girare la piramide e ripartire dalle persone. Nella mia vita – sottolinea - sono sempre stato un uomo di azione, perciò voglio che questo non sia soltanto uno slogan, ma un mio impegno personale, come promesso in campagna elettorale”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento