Politica

Nuovo Piano regionale dei trasporti, l'asse Tesei-Melasecche ridisegna la "rete umbra": aeroporto, ferrovie, strade e ciclabili

Verso l’avvio di un nuovo Piano regionale dei trasporti per una nuova strategia di sostegno all'aeroporto dell'Umbria, il ruolo futuro dell'ex Fcu, l'obiettivo dell'Ata Velocità, il Nodino di Perugia e tutti quei progetti  per contrastare rimasti inattuati per i quali sono stati già intercettati finanziamenti o avviata la progettazione, grazie a una collaborazione con il Ministero dei Trasporti e le principali società di riferimento del settore, a cominciare da Anas, RFI e Trenitalia.

L'assessore regionale Enrico Melasecche ha ribadito che il ruolo chiave per l’attuazione del Piano è affidato all’aeroporto internazionale dell’Umbria “San Francesco d’Assisi” e al suo inserimento nelle reti europee di trasporto. Seguito da potenziamento delle infrastrutture e dei servizi ferroviari in cui è compreso il progetto di una stazione ferroviaria a servizio dell’aeroporto e la realizzazione della stazione “Medio Etruria”. Centrale per quanto riguarda lo sviluppo dei servizi offerti è l’ex Ferrovia Centrale Umbra alla quale si aggiungono linee di intervento per lo sviluppo del sistema dei trasporti su gomma, della mobilità sostenibile e della mobilità turistica, la realizzazione e valorizzazione degli  itinerari ciclistici.

Il piano non trascura il versante stradale cercando di consolidare e migliorare, dove possibile, le previsioni di completamento della rete della viabilità extraurbana principale che riguardano in particolare il Nodo di Perugia, la E78, opere complementari del Quadrilatero stradale Umbria-Marche consistenti nella realizzazione del semisvincolo Val Menotre/Scopoli, il completamento dell’itinerario Civitavecchia-Orte-Terni-Rieti, il potenziamento dello svincolo di connessione tra la SS 675 e l’autostrada A1 ad Orte.

L’Assessore Germini inoltre ha reso noto che: “ai fini dell’avvio della procedura di formazione, adozione e approvazione del nuovo Piano regionale dei Trasporti 2022-2032, la Giunta regionale ha approvato, su sua proposta, il “Documento Programmatico Preliminare del Piano Regionale dei Trasporti” e il relativo “Rapporto Preliminare Ambientale” ed ha attivato la procedura di Valutazione Ambientale Strategica (VAS) che ne accompagnerà l’intero percorso, quale strumento di arricchimento dei contenuti e considerazioni ambientali”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo Piano regionale dei trasporti, l'asse Tesei-Melasecche ridisegna la "rete umbra": aeroporto, ferrovie, strade e ciclabili
PerugiaToday è in caricamento