“Nessun taglio al sociale ma risparmi sulle innumerevoli spese inutili della Regione Umbria”

Lo chiede il capogruppo di Fratelli d'Italia, Marco Squarta, che si dice “preoccupato per le diminuzioni dei contributi al welfare”

“Nessun taglio al sociale ma risparmi sulle innumerevoli spese inutili della Regione Umbria”: lo chiede il capogruppo di Fratelli d'Italia, Marco Squarta, che si dice “preoccupato per le diminuzioni dei contributi al welfare”. Lo ha affermato Marco Squarta, capogruppo Fratelli d'Italia in Regione, chiede piuttosto alla Regione risparmi sulle innumerevoli spese inutili, citando ad esempore tra i primi gli affitti delle sedi Asl.

“Come appreso dalla stampa e dall'assessore Bartolini in Commissione – dice Squarta - nella nostra Regione il gettito destinato al sociale diminuirebbe di 52 milioni di euro andando a incidere sulle borse di studio, le politiche sociali e le persone non autosufficienti: un grave errore. Piuttosto, con un bilancio regionale di 2,6 miliardi di euro, di cui 1,6 utilizzati dalla sanità, è necessario risparmiare tra i capitoli che contengono voci costose quanto superflue”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Squarta ricorda che nei giorni scorsi “l'Istat ha detto che aumentano i poveri in Umbria pertanto il settore sociale non deve subire tagli bensì investimenti. Dove si può risparmiare? Su tante cose. Alcuni esempi: intanto gli affitti milionari delle sedi delle Asl, poi nel Comitato di monitoraggio ci siamo accorti che ogni anno vengono persi milioni di euro sulle autocertificazioni dei ticket di gente che si dichiara disoccupata quando invece non lo è. Fuori dalla sanità, invece, smettiamo di bruciare soldi nelle società partecipate che a causa di alcune pessime gestioni poi finiscono in liquidazione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Superenalotto, pensionato rigioca la schedina ma c'è una sorpresa: "Hai vinto 71mila euro"

  • Vincita da 1 milione al Gratta & Vinci. Gli appassionati della Smorfia ne ricavano 5 numeri per sbancare il lotto

  • Magione, estate al Laguna Park: una vera "Trasimenide" all'insegna di relax, natura e divertimento

  • Università di Perugia, due nuovi corsi di laurea magistrale: Scienze della Terra per la Gestione dei Rischi e dell'Ambiente e Geology for Energy Resources

  • "A Norcia 53 immigrati positivi al Covid19": la bomba sganciata in prima serata. Poi la dura smentita

  • Coronavirus in Umbria, è un neonato il nuovo paziente ricoverato a Perugia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento