menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Municipale dotata di teser, la Lega contro il Pd. Mattioni: "La sinistra ormai lontana dalle esigenze dei perugini"

Lo scontro tra maggioranza e opposizione dopo il primo sì alla sperimentazione della pistola elettrica

“Dopo la replica da parte della minoranza con il Partito Democratico in testa, contro l’approvazione della proposta grazie al quale la Municipale perugina potrà dotarsi dell’arma a impulsi elettrici, prendiamo atto della distanza, ormai incolmabile, tra la sinistra e i perugini": l'affondo porta la firma del capogruppo della Lega, Lorenzo Mattioni, tra i promotori della modifica al regolamento comunale per la sperimentazione della pistola elettrica nel capoluogo umbro. Il Pd e le civiche di sinistra hanno votato contro parlando di scelta ideologica.

 "Il Partito Democratico - ha attaccato Mattioni - preferisce salvare i diritti degli aggressori piuttosto che il diritto alla difesa personale dei nostri Agenti di pubblica sicurezza ed attacca, in particolare in modo infondato, l’assessore Merli che, al contrario di quanto enunciato scorrettamente, sta risolvendo i problemi di carenza di organico del Corpo avendo fatto impegnare risorse per 30 nuove assunzioni nell’arco dei prossimi 3 anni.  Ci chiediamo, piuttosto, quali soluzioni possano proporre in merito alla sicurezza in città coloro che negli anni hanno contribuito e contribuiscono anche a livello nazionale, all’aumento della necessità di controllo del territorio".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento