menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

ELEZIONI M5Stelle lancia due petizioni: stop seconda tratta minimetrò e discariche

Al Park Hotel la manifestazione "Perugia chiama....il parlamento risponde" ha visto la presenza Tiziana Ciprini, Stefano Lucidi (senatore) e Filippo Gallinella e l'ex capogruppo alla Camera Roberta Lombardi

Una sala piena, anzi pienissima. Molti perugini ma anche cittadini da tutta la Provincia di Perugia. Il Movimento 5 Stelle è l'unico di questi tempi a riempire le sale senza il bisogno di tessere e soprattutto di dirigenti e quadri politici. Al Park Hotel la manifestazione "Perugia chiama....il parlamento risponde" è riuscita e i relatori sono stati gli onorevole umbri Tiziana Ciprini, Stefano Lucidi (senatore) e Filippo Gallinella in più c'è una vip del movimento, quella Roberta Lombardi, che fu la prima capogruppo alla Camera del Movimento e che sbeffeggiò in diretta streaming il segretario Pd, Pier Luigi Bersani. Presente anche il deputato Davide Crippa.

L'incontro è stato aperto da Cristina Rosetti - insieme a Michele Pietrelli e Zaroli...tri i papabili per la candidatura a sindaco a Perugia - che ha lanciato anche le battaglie del Movimento 5 Stelle del capoluogo: una petizione popolare per la revoca del progetto del secondo tratto del Minimetrò dal Pincento a Monteluce. Altra petizione: chiusura di tutte le discariche, potenziamento della raccolta differenziata, nascita dei parchi del riuso e stop a bruciare rifiuti nei cementifici come approvato dalla Giunta regionale e dal Consiglio regionale. La raccolta firme è già partita durante l'incontro al Park Hotel e andrà avanti con i banchetti al mercato e in centro nel corso della settimana.  

20140301_173701-2

AL LAVORO IN SENATO E ALLA CAMERA - Non si fanno chiacchiere politiche, non si parla di elezioni e di candidati - anche se le amministrative e le europee sono imminenti - ma del lavoro fatto alla Camera e al Senato e nelle rispettive commissioni: ambiente, energia, riforme, agricoltura; sono gli argomenti affrontati con tanto di cittadini a fare le domande. C'è anche il tempo per qualche attacco alla casta del partiti. E lo fa la neo-mamma Lombardi: "La commissione Affari Istituzionali - ha spiegato la deputata - è una sorta di ruota per i criceti: si corre, si corre, ma non si raggiunge mai niente. Perchè i partiti non vogliono fare nulla. La legge elettorale è arenata, la chiusura delle Province non è stata mai fatta e le riforme sono rimaste tutte ferme al palo. Noi presentiamo proposte, disegni di legge ma i partiti affossano tutto".

Filippo Gallinella, il deputato umbro, si sta battendo per promuovere la filiera corta in agricoltura e per valorizzare le culture biologiche. Dal senatore Stefano Lucidi arriva anche una proposta già in fase avanzata in commissione ambiente: "I prodotti con una etichettatura per capire come riciclarli una volta finito il loro uso. Una rivoluzione che potrebbe essere tutta italiana che spingerebbe la produzione verso la politica rifiuti zero. Un investimento per il futuro prossimo". Tiziana Ciprini è stata firmataria di una proposta di legge per per il superamento del blocco delle assunzioni nelle pubbliche amministrazioni e per la chiamata dei vincitori e degli idonei nei concorsi indetti. 

Il tutto contro invece le assunzioni politiche e a chiamata diretta. Ma è anche firmataria della proposta per abolire da subito i finanziamenti ai partiti. Ci si batte anche per un nuovo piano energetico che sia eco-sostenibile e moderno e per una bolletta chiara, con tutti i consumi con fascia oraria e con un controllo dei contatori fatto da organi terzi e non dallo stesso fornitore. Insomma problemi concreti, veri da cittadini normali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Umbria, sanità in lutto: è morto il dottor Giulio Tazza

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento