Zero soldi per il minimetrò nel 2015: "Per il welfare 8 milioni di euro, per le navette 10"

L'assessore Francesco Calabrese ha parlato chiaramente a Perugiatoday.it: "Invece di parlare di legge elettorale la Regione ci dica se darà, come succede per tutti, un contributo dal Fondo Regionale per i trasporti". Con i tagli ai comuni non ci saranno soldi per mantenere il minimetrò...

Verrebbe da dire: ma chi ce l'ha fatto fare di investire tanti denari nel minimetrò? Una domanda che viene spontanea dopo aver parlato, a fine riunione sulla spending review, con l'assessore Francesco Calabrese che ha voluto fare chiarezza sui costi passati e presenti del brucomela ascoltando i dirigenti della società di trasporto e quelli del Comune.

E il quadro che ne esce è pericolosamente imbarazzante: il minimetrò è costato chiavi in mano 103 milioni di euro (fine di tutte le cifre ipotizzate fatte fino ad oggi), il 60 per cento coperto da fondi statali mentre il 40 per cento garantito dai soci (privati e pubblici) attraverso mutui che si stanno ancora pagando a rate.

Il Comune ogni anno deve mettere 10 milioni di euro per pagare la sua quota. E qui iniziano i problemi e quelle mancate risposte che non arrivano dalla Regione dell'Umbria. "Non ci giro intorno al problema - ha spiegato Calabrese a Perugiatoday.it - noi nel 2015 non avremo 10 milioni di euro per il minimetrò. Abbiamo tagli dal Governo per altri 7 milioni di euro. Non possiamo permettercelo. Ma la cosa clamorosa che la Regione non ci dà nessun contributo dal Fondo regionale dei trasporti. Nessuna città in Italia si mantiene da sola un servizio di trasporto pubblico. Non prendiamo neanche un euro per le scale mobile. Mobilità alternativa dove salgono turisti, lavoratori pendolari e cittadini che vengono anche da tutta l'Umbria".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Insomma il Comune di Perugia vuole che la Regione intervenga in caso contrario il minimetrò non ha futuro. "Un servizio di trasporto costoso: per fare lo stesso tratto con navette ci costerebbe un decimo del prezzo del minimetrò. E chiuderlo non possiamo farlo per via dei mutui arrivati. Immaginate che il minimetrò costa al comune due milioni in più di tutte le politiche sociali per tutti i cittadini". Il discorso è chiaro: cosa intendono fare l'assessore Silvano Rometti e il Presidente Catiuscia Marini?  

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Perugia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria all'1 aprile: tutti i casi per comune di residenza

  • Coronavirus, due persone in mezzo alla strada tirano calci alle auto: ma uno dei due finisce al "tappeto" (le foto)

  • Doveva restare in quarantena, ma un camionista ha continuato a lavorare: poi il malore, era positivo al coronavirus

  • Coronavirus, quando finirà l'emergenza? Le previsioni per l'Umbria

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria al 3 aprile: tutti i dati per comune

  • Coronavirus, bollettino regionale Umbria 31 marzo: rallenta il contagio, aumenta invece il numero dei guariti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento